Sinodo giovani: dalla dottrina ai sogni… magari al superenalotto!

“Ti scongiuro davanti a Dio e a Cristo Gesù che verrà a giudicare i vivi e i morti, per la sua manifestazione e il suo regno: annunzia la parola, insisti in ogni occasione opportuna e non opportuna, ammonisci, rimprovera, esorta con ogni magnanimità e dottrina. Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa, gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole…” (2Tim.4,1-4)

Continua a leggere “Sinodo giovani: dalla dottrina ai sogni… magari al superenalotto!”

Vogliamo ricordare il cardinale C.Caffarra, con le sue parole

Ringraziamo il sito di Corrispondenza Romana e il suo canale di YouTube, da dove ci arriva l’intervento – l’ultimo – di questo grande Cardinale della santa Chiesa, deceduto all’improvviso il 6 settembre del 2017. Il video che state per ascoltare tratta del suo intervento al Convegno “Rome Life Forum 2017“. Un vero testamento alla Fede del Cristo e nel Cristo, ed alla Dottrina della santa Chiesa. Sul discorso finale segue la rivelazione delle parole di suor Lucia do Santos a riguardo di Satana e del suo ultimo attacco contro la Famiglia.

Continua a leggere “Vogliamo ricordare il cardinale C.Caffarra, con le sue parole”

Pena di morte, appello ai Cardinali: correggete papa Francesco

La prestigiosa rivista cattolica americana First Thing ha pubblicato un accorato appello al collegio cardinalizio, firmato da importanti personalità, affinché corregga papa Francesco riguardo la rottura dottrinale di lui voluta sulla pena di morte. Il vaticanista Marco Tosatti ha tradotto il testo.

Continua a leggere “Pena di morte, appello ai Cardinali: correggete papa Francesco”

Cosa hanno in comune: il diavolo, il papa e uno pseudo biblista?

Quelle eretiche dottrine di padre Maggi che…. col vero Demonio fa putridi gemellaggi!

Continua a leggere “Cosa hanno in comune: il diavolo, il papa e uno pseudo biblista?”

Cari Vescovi: mi sono salvata perché in passato il mio peccato veniva condannato

Non so se qualche vescovo e sacerdote potrà leggere questa testimonianza. La mia preghiera è che ne prendano atto e si attivino al più presto per salvare le Anime dalla dannazione eterna, dicendo loro la verità, nient’altro che la verità. Che si attivino per aiutare le anime ad uscire dallo stato di peccato, che ci aiutino a percorrere il viaggio in questa valle di lacrime. Non chiedo nient’altro che di essere salvata e liberata dai peccati di cui siamo schiavi e ci affliggono, da quell’operare l’iniquità che ci separa dal buon Gesù, offendendo la dolcissima Madre, Maria, Giglio di purezza e di sublime castità.

Cari Amici, ci è stato chiesto di pubblicare questa “Lettera-confessione” per aiutarci a comprendere la grave situazione in atto e per supplicare i Vescovi , il Clero, il Papa stesso, a “non accompagnare le Anime verso l’inferno“, dopo i fatti di questi giorni, cliccate qui.

E’ una Lettera-confessione molto delicata per l’argomento trattato, da ciò che leggerete comprenderete il motivo dell’anonimato. Oggi si è costretti, per prudenza e per difendere la propria famiglia, ad operare come fossimo nelle catacombe, chiediamo perciò rispetto e comprensione a chi sceglie di non firmarsi non tanto per difendere se stessi, ma coloro che sono – a queste persone – familiari. A noi, nomi e cognomi, vengono comunicati anche indirizzi e telefono, perciò non sono persone anonime, abbiamo a che fare con Anime che soffrono.

Continua a leggere “Cari Vescovi: mi sono salvata perché in passato il mio peccato veniva condannato”

Qual è l’ambito preciso dell’infallibilità del Papa?

Condividiamo l’attenta risposta del domenicano Padre Angelo Bellon, dal sito Amici Domenicani (qui), ad alcune domande che da qualche anno interessano ognuno di noi. Ogni riferimento a nomi di persona propria, è puramente casuale. Insomma vi invitiamo a leggere domande e risposte, cercando di cogliere al volo gli elementi dottrinali che ci interessano, e non per giudicare qualcuno in particolare. Grazie.

Continua a leggere “Qual è l’ambito preciso dell’infallibilità del Papa?”

Un papa non può fare quello che vuole solo perché è papa

Il padre Gerald Murray, sacerdote e canonista dell’arcidiocesi di New York, ha spiegato in una trasmissione televisiva perché nessun papa è padrone della Chiesa, aggiungendo che se l’Amoris Laetitia fosse stata scritta dall’allora card. Bergoglio, sarebbe stata sicuramente rifiutata da Roma, perché non in linea col magistero perenne della Chiesa. Abbiamo tradotto per voi il resoconto fatto dal sito LifeSiteNews.

Continua a leggere “Un papa non può fare quello che vuole solo perché è papa”

Confondere la dottrina con i pregiudizi fra cattolici e luterani è ingannare i fedeli

… sarebbe fondamentale capire di quali “pregiudizi” su Lutero, Bergoglio, intende riferirsi! E in quale senso i cattolici sono stati, e sarebbero oggi, “avversari” dei luterani? Perché qui è bene specificare che quando una donna mascherata da vescovessa, che vanta l’amore saffico convivendo con altra donna, ricevendo a braccia aperte il Vescovo di Roma dirigendo persino i Vespri… afferma che è giunto il momento di eliminare il termine “Padre” perché offensivo a riguardo dell’agenda gender… è ovvio che qui l’avversaria è la vescovessa, non il cattolico!

Continua a leggere “Confondere la dottrina con i pregiudizi fra cattolici e luterani è ingannare i fedeli”

Come il cardinale Müller, anche noi stiamo con il Papa, ma chi reclama va ascoltato

Oggi ci occupiamo del cardinale Gerhard Müller, della sua ultima intervista rilasciata al Corriere della sera, vedi qui, perché ci offre l’occasione di chiarire alcuni punti fondamentali – come cattolici laici – per specificare nuovamente non soltanto il senso della nostra presenza in rete, ma soprattutto il senso della nostra più vera ed autentica appartenenza alla santa Chiesa di Gesù Cristo guidata, in questo momento, dal pontefice regnante Francesco, lo dicemmo chiaramente anche qui, a seguito dell’appello all’unità ben descritto da Antonio Socci.

Continua a leggere “Come il cardinale Müller, anche noi stiamo con il Papa, ma chi reclama va ascoltato”

San Bruno di Segni, il vescovo che resistette a papa Pasquale II

Rivolgendosi direttamente al Papa Pasquale II, San Bruno, vescovo di Segni e abate di Montecassino, afferma: «I miei nemici ti dicono che io non ti amo e che sparlo di te, ma mentono. Io infatti ti amo, come devo amare un Padre e un signore. Te vivente, non voglio avere altro pontefice, come assieme a molti altri ti ho promesso. Ascolto però il Salvatore nostro che mi dice: “Chi ama il padre o la madre più di me non è degno di me”. “(…) Devo dunque amare te, ma più ancora devo amare Colui che ha fatto te e me» (Mt. 10-37). Con lo stesso tono di filiale franchezza, Bruno invitava il Papa a condannare l’eresia, perché «chiunque difende l’eresia è eretico» (Lettera Inimici mei, in PL, vol. 163, col. 463 A-D).

(fonte: corrispondenzaromana.it)