La parabola dell’abbattuto Cattolico e del vittorioso gesuita

“Il Papa non è un sovrano assoluto, il cui pensare e volere sono legge. Al contrario: il ministero del Papa è garanzia dell’obbedienza verso Cristo e verso la Sua Parola. Egli non deve proclamare le proprie idee, bensì vincolare costantemente se stesso e la Chiesa all’obbedienza verso la Parola di Dio, di fronte a tutti i tentativi di adattamento e di annacquamento, come di fronte ad ogni opportunismo. (..) Il Papa è consapevole di essere, nelle sue grandi decisioni, legato alla grande comunità della fede di tutti i tempi, alle interpretazioni vincolanti cresciute lungo il cammino pellegrinante della Chiesa. Così, il suo potere non sta al di sopra, ma è al servizio della Parola di Dio, e su di lui incombe la responsabilità di far sì che questa Parola continui a rimanere presente nella sua grandezza e a risuonare nella sua purezza, così che non venga fatta a pezzi dai continui cambiamenti delle mode…” (Benedetto XVI – Omelia dalla Cattedra 7.5.2005)

Continua a leggere “La parabola dell’abbattuto Cattolico e del vittorioso gesuita”

La parabola del “buon Giorgio Mario”

«Dobbiamo ammettere realisticamente e con profonda sofferenza, che i Cristiani oggigiorno si sentono smarriti, confusi, perplessi ed anche delusi; vengono diffuse tante idee che si oppongono alla verità come è stata rivelata e insegnata da sempre; vere e proprie eresie si sono diffuse nelle aree del dogma e della morale, creando dubbi, confusioni e ribellioni; la liturgia è stata alterata; immersi in un relativismo intellettuale e morale e quindi nel permissivismo, i Cristiani sono tentati dall’ateismo, dall’agnosticismo, da un illuminismo vagamente morale e da una cristianità sociologica priva di dogmi o di una moralità obbiettiva» (Giovanni Paolo II, da L’Osservatore Romano, 7 febbraio 1981)

Continua a leggere “La parabola del “buon Giorgio Mario””

Il Natale di nonna Lisa

Come Gesù stesso ci ha insegnato – le parabole – sono storia attraverso cui si cela la realtà di fatti che ci coinvolgono personalmente, chi in un modo, chi in un altro. La parabola stessa attraverso cui Gesù mantiene tutta la sua carica di enigmaticità, lasciando all’interlocutore il compito di comprenderla, lo fa per interpellarlo e  costringerlo a interrogarsi, coinvolgendoci in prima persona impegnandoci alla ricerca del vero senso. Questa dinamica ha dato origine così anche ad una CULTURA CATTOLICA attraverso la quale, e attraverso i RACCONTI, il Cristianesimo stesso ha sparso il seme della sana dottrina….  Quanto segue è un caro contributo di Claudio Gazzoli, in questo Tempo natalizio, che volentieri condividiamo.

Con questo testo formuliamo a tutti gli Auguri di Buon Natale rimandando alle “cronache…” dopo le Festività natalizie, a meno che non succeda qualcosa prima…

Continua a leggere “Il Natale di nonna Lisa”