Nel presepe della neochiesa ci sono tutti, tranne Gesù Bambino

Il presepe nacque a Greccio nel 1223 perché san Francesco d’Assisi non riusciva a placare il desiderio di ridestare la meraviglia per Dio che si fa uomo, per ricordare che «oggi è nato per voi un Salvatore, Cristo, Signore»“.

Continua a leggere “Nel presepe della neochiesa ci sono tutti, tranne Gesù Bambino”

Caro papa Francesco, non “svuotare” l’inferno come alcuni tuoi confratelli…

Per Bergoglio è negativo pensare ad un inferno pieno: così facendo sdogana i pensieri eterodossi dei confratelli Karl Rahner e Hans Urs von Balthasar.

Continua a leggere “Caro papa Francesco, non “svuotare” l’inferno come alcuni tuoi confratelli…”

«Per il suo superiore, Bergoglio non era adatto a fare il vescovo»

Il quotidiano La Verità intervista Marcantonio Colonna, autore del libro Il papa dittatore, che sta creando grande scompiglio nella cattolicità, rivelando la lucida scalata al potere di Jorge Mario Bergoglio.

Continua a leggere “«Per il suo superiore, Bergoglio non era adatto a fare il vescovo»”

Confondere la dottrina con i pregiudizi fra cattolici e luterani è ingannare i fedeli

… sarebbe fondamentale capire di quali “pregiudizi” su Lutero, Bergoglio, intende riferirsi! E in quale senso i cattolici sono stati, e sarebbero oggi, “avversari” dei luterani? Perché qui è bene specificare che quando una donna mascherata da vescovessa, che vanta l’amore saffico convivendo con altra donna, ricevendo a braccia aperte il Vescovo di Roma dirigendo persino i Vespri… afferma che è giunto il momento di eliminare il termine “Padre” perché offensivo a riguardo dell’agenda gender… è ovvio che qui l’avversaria è la vescovessa, non il cattolico!

Continua a leggere “Confondere la dottrina con i pregiudizi fra cattolici e luterani è ingannare i fedeli”

Sottomettetevi a Dio, resistete al diavolo. Non sapete che amare il mondo è odiare Dio?

Preferiremmo 100 volte esser noi anatema per la Chiesa di Cristo che prendere atto di quel che ha scritto papa Francesco di suo pugno nell’Amoris Laetitia.

Continua a leggere “Sottomettetevi a Dio, resistete al diavolo. Non sapete che amare il mondo è odiare Dio?”

Dai viaggi apostolici per diffondere il Verbo alla spartizione sincretista della terra

«Lasceremo il Creatore per andare alle creature? Gesù basta: là dove Egli è, niente manca» (Charles de Focauld)

Continua a leggere “Dai viaggi apostolici per diffondere il Verbo alla spartizione sincretista della terra”

Dallo Spirito Santo al GPS, così Buddha e san Francesco sono una cosa sola

«… Francesco, il vero santo d’Assisi, rispose così all’invito del Sultano a rimanere con lui: “Si, volentieri rimarrò con te, se tu e il tuo popolo vi convertirete a Cristo”».

Continua a leggere “Dallo Spirito Santo al GPS, così Buddha e san Francesco sono una cosa sola”

Una mamma “normale” scrive a papa Francesco. È ancora in attesa di risposta

Semplici fedeli si sono fatti coraggio, e hanno indirizzato al papa i loro messaggi. Qualcuno di loro, non avendo risposta, si è rivolto al vaticanista Tosatti, pensando che fosse possibile trovare in questo modo una via privilegiata.

Continua a leggere “Una mamma “normale” scrive a papa Francesco. È ancora in attesa di risposta”

In Myanmar papa Francesco “consacra” la religione laica

Cari Lettori, di proposito non commenteremo il viaggio di papa Francesco in Myanmar per due semplici ragioni: la prima è che non ci riguarda per il semplice fatto che gli annunci dati in precedenza a questa visita, miravano già ad una visita “LAICA” non un viaggio “apostolico” anche se il papa incontrerà pure la comunità cattolica. La seconda ragione è che già i primi discorsi sono chiarissimi su questa RELIGIONE LAICA di papa Francesco, intesa come una sorta di “religione mondiale” e per tanto, in quanto cattolici, la cosa non ci riguarda. Affronteremo poi degli editoriali ma più avanti. Ora per la cronaca ci affideremo agli esperti vaticanisti.

Continua a leggere “In Myanmar papa Francesco “consacra” la religione laica”

Come il cardinale Müller, anche noi stiamo con il Papa, ma chi reclama va ascoltato

Oggi ci occupiamo del cardinale Gerhard Müller, della sua ultima intervista rilasciata al Corriere della sera, vedi qui, perché ci offre l’occasione di chiarire alcuni punti fondamentali – come cattolici laici – per specificare nuovamente non soltanto il senso della nostra presenza in rete, ma soprattutto il senso della nostra più vera ed autentica appartenenza alla santa Chiesa di Gesù Cristo guidata, in questo momento, dal pontefice regnante Francesco, lo dicemmo chiaramente anche qui, a seguito dell’appello all’unità ben descritto da Antonio Socci.

Continua a leggere “Come il cardinale Müller, anche noi stiamo con il Papa, ma chi reclama va ascoltato”