Bergoglio accusa l’Italia: La mafia non è stata inventata dai nigeriani, è italiana

Caro Bergoglio, davvero, non se ne può più… perché non ti porti i cari nigeriani a Casa santa Marta? Ma non gli immigranti ripuliti e selezionati dalla tua cortigianeria, portati nel tuo residence quei 23, nella foto, arrestati! Che ne pensi?

Continua a leggere “Bergoglio accusa l’Italia: La mafia non è stata inventata dai nigeriani, è italiana”

Cina, 2000 cattolici senza parrocchia. “Grazie” alla politica di Bergoglio

L’importante agenzia di notizie AsiaNews ci informa che il governo comunista cinese ha fatto demolire la parrocchia di Qianyang (situata in una zona molto povera dello dello Shaanxi), composta da circa 2000 fedeli, tutti contandini. Questa parrocchia, oltre ad essere famosa per avvenimenti miracolosi avvenuti in passato, fa parte dell’unica diocesi che non fa parte dell’Associazione patriottica, cioè non è riconosciuta dal governo cinese. Perché vi riportiamo questa notizia?

Perché si tratta del primo “frutto” degli accordi presi della Santa Sede con il Partito Comunista cinese lo scorso anno. I cattolici, chierici e laici, che si rifiuteranno di sottostare alla dittatura maiosta, saranno ancora di più perseguitati. E ciò accadrà col silenzio del Vaticano, poiché a papa Francesco non interessa la sorte dei cattolici che vogliono rimanere fedeli al Vangelo, ma solo il suo progetto politico.

Un progetto politico — oltre che ignobile e meschino — inutile, giacché nulla di squisitamente ideologico può portare a qualche cosa di buono anche dal punto di vista terreno e temporale.

Continua a leggere “Cina, 2000 cattolici senza parrocchia. “Grazie” alla politica di Bergoglio”

Gesù non è dottrina, ma il compagnone di viaggio, parola di Bergoglio.

“Chi è il menzognero se non colui che nega che Gesù è il Cristo? L’anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio. Chiunque nega il Figlio, non possiede nemmeno il Padre; chi professa la sua fede nel Figlio possiede anche il Padre.” (1Gv.2,22-23)

P.S. NON è un “pesce d’aprile“….

Continua a leggere “Gesù non è dottrina, ma il compagnone di viaggio, parola di Bergoglio.”

Non si può negare, a Bergoglio, il proverbiale umorismo… da gesuita!

Avevamo trattato l’argomento in modo serio qui, per via delle mani consacrate del Sacerdote e per l’autorità apostolica che un vescovo ed un pontefice ricoprono davanti a questo gesto che non è, come abbiamo ricordato, una questione di obbligo, ma di riverenza non all’uomo, bensì al ruolo che questi ricopre ed esercita, essendo anche implicato nella scala gerarchica della Chiesa.

Questa volta, però, dobbiamo riconoscere a Bergoglio quel proverbiale senso dell’humour di stampo gesuitico… che non è che fa proprio ridere per la verità (per chi conosce il contenuto delle loro battute e barzellette, volto sempre a colpire qualcuno), però suvvia! Per una volta tanto, facciamoci anche noi due risate…

Continua a leggere “Non si può negare, a Bergoglio, il proverbiale umorismo… da gesuita!”

Sei anni di colpi di scena: nulla da festeggiare!

Sei anni di colpi di scena: ma non si vuole riconoscere che Bergoglio sta gesuitizzando la Chiesa che “non è la sua madre” come ha recentemente affermato…. Così, oggi 8 marzo Festa della Donna, vogliamo invece ONORARE LA NOSTRA SANTA MADRE CHIESA da ogni tentativo di adulterazione, profanazione, prostituzione e falsificazione.

Correva l’anno 1999 quando, durante il sinodo dei vescovi dedicato all’Europa, il cardinale arcivescovo di Milano, il gesuita Carlo Maria Martini (deceduto nel 2012), pronunciò un discorso che fece discutere. Egli fece intendere che la Chiesa aveva bisogno – secondo lui – di convocare un nuovo concilio ecumenico perché vi erano diverse questioni che dovevano essere affrontate urgentemente e che non erano state discusse al Vaticano II.

Quali erano tali questioni? Le elencò lo stesso Martini: la posizione della donna nella Chiesa, la partecipazione dei laici ad alcune responsabilità ministeriali, la sessualità, la disciplina del matrimonio, la prassi penitenziale, i rapporti ecumenici con le Chiese sorelle, il rapporto tra leggi civili e leggi morali. In tema di celibato sacerdotale, per esempio, si segnalava una dichiarazione del cardinale Martini sulla Presse nel marzo 2010: «l’obbligo del celibato per i preti dovrebbe essere ripensato»: e le «domande fondamentali della sessualità devono essere riformulate». Ogni vero cattolico sa che si tratta di falsi problemi, perché la Dottrina della Chiesa ha già dato tali risposte definitivamente. È interessante però rilevare che quest’elenco è l’ordine del giorno del pontificato di papa Francesco.

Continua a leggere “Sei anni di colpi di scena: nulla da festeggiare!”

Se Pietro rinnega, può non decadere dal mandato, ma tradisce il Cristo

Oggi vogliamo pubblicare – a Reti unificate” con cooperatoresVeritatis vedi qui, il testo di un sacerdote, tale Don Pablo Martin, unitamente all’Appello doloroso di mons. Carlo Maria Viganò inviato al Papa ed ai confratelli Vescovi in riunione del “summit” di questi giorni…. E’ infatti inutile delle volte  continuare ad aggiungere ulteriori riflessioni quando è giunto il momento di chiarire semplicemente IL DISCERNIMENTO che ognuno deve fare in questa gravissima situazione.

Noi abbiamo preso sempre le difese di Don Alessandro Maria Minutella, alcuni editoriali sono qui a dimostrarlo, ma non possiamo condividere questo SCISMA attraverso il quale, ci si fa scudo di Benedetto XVI andando per altro contro la sua decisione di RINUNCIARE al ministero petrino.

Continua a leggere “Se Pietro rinnega, può non decadere dal mandato, ma tradisce il Cristo”

Bergoglio fa un mea culpa, ma son lacrime di coccodrillo!

In questo sinodo che ad altri piace chiamare “summit”, e forse lo è…. c’è ancora MENZOGNA, MENTONO SAPENDO DI MENTIRE, ed hanno continuato a mentire, non hanno affrontato la vera piaga che sta dividendo e dilaniando la Gerarchia stessa con la lobby gay il cui promotore, dovreste ricordarlo, è anche il gesuita James Martin messo lì da Bergoglio, cliccate qui…. tutti lo sanno, ma tutti continuano a tacere, però fanno gli atti penitenziali, seduti su comode poltroncine….

Continua a leggere “Bergoglio fa un mea culpa, ma son lacrime di coccodrillo!”

Bergoglio: Equilibrio di un mondo sociale senza Gesù e intanto si offende Maria!

Cari Amici, già dagli ultimi editoriali vi stiamo comunicando alcune “cronache” che purtroppo – inesorabilmente ed inevitabilmente – ci stanno confermando la via scelta da questo pontificato, che esula dalle linee intraprese dallo stesso concilio Vaticano II seppur provengono da quello “spirito” che di fatto sta governando dopo aver infettato tutta la Chiesa portandoci, come stiamo vedendo, ben oltre i sentimenti legittimi e raccomandati di un “volemose bene” alla Giovanni Paolo II…. ma che da questo, però, non si poteva che sfociare nel SINCRETISMO RELIGIOSO… fino ad arrivare ad un Pontefice che benedice “onde ed alberi“, ora, e raccomanda un “Equilibrio del mondo” a prescindere da Gesù Cristo! Con la “piccola” Nota a margine della grave blasfemia, sacrilegio, di una offesa alla Vergine Maria.

Continua a leggere “Bergoglio: Equilibrio di un mondo sociale senza Gesù e intanto si offende Maria!”

Ratzinger disse che la Chiesa non è “democrazia-sinodale”, ma non l’hanno ascoltato

“Siccome la Chiesa non è così come appare nei sogni, si cerca disperatamente di renderla come la si desidererebbe: un luogo in cui si possano esprimere tutte le libertà, uno spazio dove siano abbattuti i nostri limiti, dove si sperimenti quell’utopia che ci dovrà pur essere da qualche parte.” (Ratzinger 1990)

Continua a leggere “Ratzinger disse che la Chiesa non è “democrazia-sinodale”, ma non l’hanno ascoltato”

Teologo Pontificio smentisce il Papa: “Non ho mai ricevuto il testo”

Cari Amici, ci occupiamo di “cronache“…. e non di scoop, perciò sappiate ben prendere ciò che abbiamo trovato in lingua inglese e che abbiamo tradotto noi, poiché non c’è ancora una versione ufficiale in italiano. In questo primo editoriale, vedi qui, sul Documento del Papa firmato con l’Imam, avevamo sollevato proprio quel particolare in cui Papa Francesco, sull’aereo di ritorno, disse ai giornalisti di aver consegnato il testo al teologo della Casa Pontificia, per averne l’approvazione, o meno…. Ma arriva LA SMENTITA….

Continua a leggere “Teologo Pontificio smentisce il Papa: “Non ho mai ricevuto il testo””