La lettera mai spedita di mons. Viganò a papa Francesco

È uscito in questi giorni il libro Nell’ora della prova. “Volete andarvene anche voi?” (Chorabooks, 36,39€, ebook 9,99€) che raccoglie tutti gli scritti di mons. Carlo Maria Viganò dallo scandalo McCarrick agli ultimi mesi. Il quotidiano La Verità e l’ex vaticanista Aldo Maria Valli (curatore del libro) hanno pubblicato una lettera inedita del marzo del 2019 che mons. Viganò scrisse a Papa Francesco ma che poi decise di non inviare. Ecco il testo.

Continua a leggere “La lettera mai spedita di mons. Viganò a papa Francesco”

Scandalo unioni civili: cattolici e omosessuali anti-LGBT chiedono chiarezza a Francesco

Proseguono le reazioni dal mondo cattolico riguardo alle affermazioni (manipolate sì, ma non chiarite) del papa nel docu-film Francesco sulle unioni civili. Dodici omosessuali anti-LGBT (cattolici e non) scrivono alla Santa Sade per chiedere un chiarimento da parte di Papa Francesco. E un gruppo di fedeli cattolici, guidati da Alexander Tschugguel, il giovane che buttò la Pachamama nel Tevere, manifestano e pregano davanti a Piazza San Pietro domandando al Papa di parlar chiaro.

Continua a leggere “Scandalo unioni civili: cattolici e omosessuali anti-LGBT chiedono chiarezza a Francesco”

“Santità… Gesù una volta aveva trovato necessario cacciare i venditori dal Tempio…”

“Santità… Se Lei non è capace di comportarsi come un autentico Rappresentante di Gesù Cristo, chi sarebbe Lei?…”

Continua a leggere ““Santità… Gesù una volta aveva trovato necessario cacciare i venditori dal Tempio…””

Un Avvocato scrive a Lorefice: BASTA!! con questa fede contraffatta…

Mi auguro che Lei, ed i suoi confratelli, possiate un giorno provare quella santa e soprannaturale vergogna… per aver lasciato senza guida il gregge a voi affidato, esponendolo così al gran pericolo della morte eterna…

con queste parole si chiude un’accorato Appello che, l’Avvocato Roberto De Petro, di Palermo, ci ha inviato per conoscenza, di una Lettera indirizzata al suo Vescovo, Corrado Lorefice.

Continua a leggere “Un Avvocato scrive a Lorefice: BASTA!! con questa fede contraffatta…”

Abbandonate dai pastori….

Oggi 22 novembre vogliamo ricordare i Martiri “Cristeros”, i “Guerrieri di Cristo Re”. Detto in breve: “All’inizio del 1929 le truppe di Calles sono ovunque in rotta mentre dappertutto avanza l’esercito dei Cristeros che conta ormai trecentomila uomini. Il 29 giugno 1929 viene siglato un accordo tra insorti e governo in virtù del quale i cattolici credono di aver riacquistato la libertà. Ma si illudono.
Nel momento stesso in cui i Cristeros, in obbedienza ai vescovi, deposte le armi si preparano a ritornare alle proprie case, scatta il genocidio. Nei dieci anni che seguono, complice il silenzio dei mezzi di informazione – compresi quelli americani – ben duecentomila persone tra ex combattenti e civili vengono trucidate sui luoghi di lavoro, nelle proprie case, davanti agli occhi dei figli. Solo Giovanni Paolo II, scegliendo nel 1979 il Messico come meta del suo primo viaggio pastorale, ha iniziato a richiamare l’attenzione del mondo su questa Vandea dimenticata. «Non abbiate paura – ha detto, in quella circostanza, il pontefice – il papa vuole essere la vostra voce, la voce di tutti quelli che non possono parlare o sono costretti al silenzio, la voce della coscienza». E in effetti è giunto il momento che anche su quella vicenda si faccia piena luce….”
(Fonte:Paolo Mieli Corriere della Sera di venerdi’ 24 Settembre 2004)

E in effetti, diremo noi oggi, forse è giunto il momento di un nuovo grido al “Viva Cristo Re“…  ma paradossalmente  sembrano mancare i Pastori, sembra esser venuto meno il Papa…  vescovi e cardinali sembrano o conniventi o ignavi, o solo impauriti, le pecore sono lasciate allo sbando…. per non parlare di un Clero o impotente o corrotto perché, a riguardo di Pastori coraggiosi ce ne sono, anche tanti per la verità ma, “come carne condotta al macello” sono obbligati al silenzio, sono costretti ad una prigionia senza appello, senza processo…

Continua a leggere “Abbandonate dai pastori….”

LA MADONNA DE LI CUPPITTI

Su un colle vicino a Recanati Leopardi meditò l’infinito e lì vicino, a Loreto, l’Infinito ha davvero posto la sua casa. Così al desiderio dell’uomo corrisponde la risposta di Dio” (Padre Giuseppe Santarelli)

  • Su di un colle il poeta ha sognato
    l’infinito, con cruccio segreto;
    e su un colle vicino, a Loreto
    l’Infinito il suo tetto posò.

Continua a leggere “LA MADONNA DE LI CUPPITTI”

Cara Pachamama tu non sei nessuno! Lettera di un Bambino Cattolico

Ringraziando il Blog di Sabino Paciolla, vedi qui, riportiamo integralmente una bellissima “Lettera” che – dopo il disastroso mese di ottobre – forse  potrebbe davvero ricondurre sulla retta via quanti, ubriacati e storditi dagli incensi idolatrici di queste settimane, non solo l’hanno perduta, ma che vorrebbero imporre a tutta la Chiesa dell’Urbe e dell’Orbe… la via della porta larga dell’Inferno…

Buona lettura e buona meditazione.

Continua a leggere “Cara Pachamama tu non sei nessuno! Lettera di un Bambino Cattolico”

Il Sinodo verso…. Halloween?

Se ne sentono tante, se ne dicono tante ma… questa strana coincidenza di quanto accaduto in questo infausto Sinodo e la quasi “vigilia” di Halloween, non ci sembra del tutto casuale!

Continua a leggere “Il Sinodo verso…. Halloween?”

Se la Chiesa è illuminata dal Cristo, allora non può produrre ombre…

“Anche l’alba proietta ombra” – sibilò il crepuscolo. “Ma da un’altra parte” – spiegò l’alba. (Stanislaw Jerzy Lec)

Continua a leggere “Se la Chiesa è illuminata dal Cristo, allora non può produrre ombre…”

La grande dissimulazione…

Da che ‘l primo uomo aperse gli occhi, e conobbe ch’era ignudo, procurò di celarsi anche alla vista del suo Fattore; cosí la diligenza del nascondere quasi nacque col mondo stesso, ed alla prima uscita del difetto, ed in molti, è passata in uso per mezzo della dissimulazione; ma considerando l’odio che si tira appresso chi mal porta questo velo, e che nel bel sereno della vita non si dee dar luogo all’importuna nebbia della menzogna, la qual in ogni modo convien che resti esclusa, ho deliberato di rappresentar il serpente e la colomba insieme, con intenzion di raddolcir il veleno dell’uno e custodir il candor dell’altra“ (Torquato Accetto – filosofo e scrittore italiano 1590/98  – 1640)

Continua a leggere “La grande dissimulazione…”