In evidenza

Veri nemici di Gesù, della Chiesa e del Papa, sono i rivoluzionari…

“La Chiesa esiste per la salvezza delle anime. Qualsiasi atto di un Papa che mina la missione salvifica di Cristo nella Chiesa, sia un atto eretico o sia un atto peccaminoso in se stesso, è semplicemente vuoto dal punto di vista dell’Ufficio petrino. Quindi anche se chiaramente reca gravissimo danno alle anime, non comanda l’obbedienza di pastori e fedeli. Dobbiamo sempre distinguere il corpo dell’uomo che è il Romano Pontefice dal corpo del Romano Pontefice, cioè dell’uomo che esercita l’ufficio di san Pietro nella Chiesa. Non fare la distinzione significa papolatria e finisce con la perdita di fede nell’Ufficio Petrino divinamente fondato e sostenuto.” (cardinale R. Burke, vedi qui)

Continua a leggere “Veri nemici di Gesù, della Chiesa e del Papa, sono i rivoluzionari…”

Nuove tonteras, a quando la: “Solacium invasorum atque cooperativorum…” ??

“Un attento Cattolico comprende immediatamente che i conti non tornano… Infatti, le prime due invocazioni: «Mater misericordiae», «Mater spei»….. le troviamo già nella Salve Regina “Madre di Misericordia e Speranza nostra…“, ma la terza «Solacium migrantium»…. da dove scappa fuori?? Forse da uno dei tanti barconi organizzati dalle ideologie del nostro tempo confuso e del “politicamente corretto”??”

Continua a leggere “Nuove tonteras, a quando la: “Solacium invasorum atque cooperativorum…” ??”

Benedetto XVI lascia il Vaticano… e allora?

La cronaca di questa settimana – incisa non casualmente all’interno delle due Solennità dei Sacratissimi Cuori di Gesù e Maria – ci porta a riflettere su questa “imprevista” uscita di Papa Benedetto XVI da Roma, dal Vaticano, per recarsi in Baviera ad assistere – forse – all’agonia del fratello mons. Georg gravemente malato (per il quale urge ora tutta la nostra preghiera e il nostro affetto) e di tre anni più grande di Benedetto. Gossip vari, illazioni, profetismo si sono scatenati sulla rete… a chi dare ascolto?

Continua a leggere “Benedetto XVI lascia il Vaticano… e allora?”

Un virus usato per imporre la nuova religione: Chiesa, svegliati!!

L’ordine liberista si fonda sulla crisi, vive della crisi e la utilizza come metodo di governo, per far sì che il politicamente inaccettabile diventi politicamente ineludibile.

Non credo che ci sia un copione preordinato… io credo che il capitalismo – questo ci insegna Marx – sia la forma storica più adattiva e più in grado di plasmarsi di continuo. Sbagliano quanti si figurano il capitalismo come una forza statica e antireazionaria… il capitalismo è rivoluzionario, eracliteo, cambia di continuo adattandosi come l’acqua ecco… come la società liquida .. si adatta continuamente come l’acqua… perché volge a proprio vantaggio tutto… un po come la medusa che pietrifica tutto, così come il capitalismo riesce a volgere tutto in suo favore anche una pandemia… ” (Diego Fusaro)

Cari Amici oggi ci occuperemo di qualcosa apparentemente diverso, ma che di fatto ci conduce ad analizzare la situazione che stiamo vivendo, ascoltando i fatti da altri punti di vista non meno importanti anche perché, come vederemo, ci riconducono alle medesime discussioni trattate dalle nostre “cronache”.

Continua a leggere “Un virus usato per imporre la nuova religione: Chiesa, svegliati!!”

26 marzo 2013: Ho sostenuto per anni che il prossimo Papa sarebbe stato un gesuita

Quanto segue lo abbiamo tratto da un vecchio articolo del 26 marzo 2013, dal sito seven-network e da noi tradotto dall’inglese. L’articolo non c’è più in rete, ma noi lo riteniamo utile (e non necessariamente del tutto condivisibile) per approfondire alcuni passaggi dei quali abbiamo trattato in gran parte nei nostri editoriali. Premesso che non seguiamo le così dette “profezie di Nostradamus”, riteniamo tuttavia utile “non disprezzare tutte le profezie” (cfr.1Tess.5,20), ma di “trattenere ciò che è buono” e che, detto seguendo l’interpretazione dei Padri della Chiesa, non significa ciò che riteniamo buono “noi” nel senso di gradevole o piacevole, convenevole, ma dove il “buono” sta PER VERO, trattenere ciò che c’è di vero…

  • Se poi siamo capaci di trarre qualcosa di buono dagli scrittori pagani, nessuno ce lo impedisce. Diventiamo come saggi banchieri che accumulano monete buone e autentiche e scartano quelle false. Accogliamo i discorsi bellissimi, ma gettiamo ai cani le storie assurde su dèi ridicoli. Infatti dai primi potremo ricavare moltissima forza contro queste…” (san Giovanni Damasceno in La fede ortodossa, PG 94)

Continua a leggere “26 marzo 2013: Ho sostenuto per anni che il prossimo Papa sarebbe stato un gesuita”

Una Monaca scrive a mons. Viganò: “ora è il tempo della battaglia”… il Vescovo risponde..

Cari Amici, ricordando le problematiche legate ai duri attacchi subiti dagli Ordini Ordini monacali – e non solo dall’esterno contro di essi, ma anche dall’interno contro se stessi – basta leggere i nostri passati editoriali:

La ricerca del Volto di Dio o la “gesuitizzazione bosiana” della Chiesa?
La “claustrale-fobia” di Papa Francesco
Monasteri di apertura? “Claustrale-fobia” contagiosa?

condividiamo ora alcune perplessità che una Monaca di Clausura, consigliata dal suo padre spirituale, ha riferito a mons. Carlo Maria Viganò e che naturalmente condividiamo…

Continua a leggere “Una Monaca scrive a mons. Viganò: “ora è il tempo della battaglia”… il Vescovo risponde..”

Tra tanto dire e fare non ci resta che pregare!

Una breve pausa, per ricordare che abbiamo armi potenti, più potenti del nucleare…. è la Preghiera insieme ad una vita coerentemente cattolica, a costo della propria vita.

Continua a leggere “Tra tanto dire e fare non ci resta che pregare!”

“Laudato sì”.. non “mi Signore” ma… Madre Terra…

“Si costituì allora un esercito di popolo, i “cristeros”, i quali combattevano al grido di “Viva Cristo Re! Viva la Vergine di Guadalupe! Viva il Messico!”. Con le stesse parole sulle labbra versavano il loro sangue…”

C’era una volta… il panteismo spinozano… ma non vogliamo farla difficile o prenderla alla lontana, ci basterebbe studiare il gesuita Teilhard de Chardin per comprendere l’evoluzione di questo new-panteismo fatto giungere, appunto, ad una forma nuova di cristianesimo con il suo “Cristo cosmico“… oppure giungere – o ripartire – dall’allegra brigata gesuitica modernista con i “perfezionisti” del nuovo umanesimo di Karl Rahner  e il suo “cristianesimo anonimo” e Pedro Arrupe, il promotore della Teologia del pueblo

Girandola come volete questo è il panteismo – antico o moderno – una concezione secondo la quale Dio non è “persona” ma è in ogni cosa e in ogni luogo, così come ogni cosa è “dio”… Ciò che accomuna tutte le varie forme di panteismo, sviluppatesi nel tempo e nella storia, è un rigetto, un rifiuto a non ripresentare Dio, ma renderlo presente rivolgendosi a lui direttamente attraverso una “presenza” materializzata in una delle sue creazioni. Cosa vuol dire ciò? Vuol dire semplicemente ed esplicitamente che ci si deve rivolgere a Dio mediante la CREAZIONE che è opera sua, “immagine sua”, piuttosto che rivolgersi alle “immagini” che ci facciamo noi di Dio… In definitiva ci si rivolge alle rocce, al mare, alla foresta, ai fiori, agli alberi, persino guardando l’alba o un tramonto, quale “dio personificato” AD IMMAGINE E SOMIGLIANZA DELL’UOMO e in ciò in cui lui crede, praticando di fatto il culto della natura, una sorta di idolatria senza la fabbricazione di idoli…

Continua a leggere ““Laudato sì”.. non “mi Signore” ma… Madre Terra…”

Riavute le Messe “con popolo” ma… a quale prezzo? Lorefice non si smentisce

Stiamo seguendo da mesi, specialmente in queste ultime settimane, gli effetti dei nuovi “slogan” del tipo “RIVOGLIAMO AL MESSA A TUTTI I COSTI“, ma a quale prezzo!!! Le profanazioni e i sacrilegi al Santissimo Sacramento sono centuplicati a cominciare dal fatto che ci si preoccupa delle file per la Comunione alla Messa, ma poco e nulla di ciò che dovremo fare prima: LA CONFESSIONE!!! Dove stanno le file ai confessionali? A scanso di equivoci non ci stracciamo le vesti, ma il cuore e questo concedetecelo.

Continua a leggere “Riavute le Messe “con popolo” ma… a quale prezzo? Lorefice non si smentisce”

Card. Sarah: la Chiesa deve cambiare. Deve smettere di avere paura di scioccare.

Traduzione libera (dal sito Il Pensiero Cattolico) della meditazione rilasciata da SER Cardinal Sarah per Le Figarò, dal titolo Robert Sarah: «L’épidémie du Covid-19 ramène l’Église à sa responsabilité première: la foi»

Troppo spesso la Chiesa ha voluto dimostrare che era “di questo mondo” dedicandosi alle cause consensuali piuttosto che all’apostolato, deplora il cardinale guineano *.

Continua a leggere “Card. Sarah: la Chiesa deve cambiare. Deve smettere di avere paura di scioccare.”

La grande esclusa, la Dottrina sociale della Chiesa all’epoca del covid-19

Ringraziando il professore Stefano Fontana, Direttore dell’Osservatorio cardinale Van-Thuan, vedi qui, vi offriamo una breve conferenza sulla Dottrina Sociale della Chiesa esclusa dagli ultimi eventi, in modo particolare ma nello specifico in questo pontificato, che stiamo vivendo.

Continua a leggere “La grande esclusa, la Dottrina sociale della Chiesa all’epoca del covid-19”