Il cardinale Zen a Re e a Parolin: dove avrei sbagliato? Infatti non rispondono!

Nel 2018 uscivamo con questo editoriale sulla vicenda: Senza dubbio che sia Giovanni Paolo II quanto Benedetto XVI abbiano avviato, sollecitato e continuato iniziative atte ad aprire, alla Chiesa in Cina, ogni porta per tentare una riconciliazione, Benedetto XVI ha provato una riconciliazione riconoscendogli anche dei Vescovi illeciti, ma mai contro la dottrina cattolica, lo ripete ben cinque volte Benedetto XVI nella Lettera citata: “INCOMPATIBILE CON LA DOTTRINA CATTOLICA, mai i compromessi che riguardassero la piena autonomia episcopale della Chiesa, con tutto ciò che ne consegue.

Continua a leggere “Il cardinale Zen a Re e a Parolin: dove avrei sbagliato? Infatti non rispondono!”

Non è chiudendo il “rubinetto” dell’acqua di Lourdes che si risolverà il coronavirus

Ringraziamo CorrispondenzaRomana con il professore Roberto de Mattei.

La notizia è incredibile, ma purtroppo è vera.  Per timore del coronavirus, il santuario di Lourdes ha chiuso “per precauzione” e “fino a nuovo ordine” tutte le piscine. Lo ha comunicato il primo marzo lo stesso santuario.

Continua a leggere “Non è chiudendo il “rubinetto” dell’acqua di Lourdes che si risolverà il coronavirus”

Reti Unificate: Mons. Schneider e Don Morselli su come ricevere la Comunione in questo momento grave…

A Reti unificate con il sito CooperatoresVeritatis, pubblichiamo quanto segue:

Continua a leggere “Reti Unificate: Mons. Schneider e Don Morselli su come ricevere la Comunione in questo momento grave…”

Gesuiti modernisti? Falsi maestri che hanno modificato il senso del peccato

[SM=g1740771] Piero Vassallo da un articolo su Riscossa-Cristiana del 2015, riportava:
“La sera dell’otto ottobre, sulla rete televisiva Sette, Gad Lerner ha pilotato un dibattito sul Vaticano II nella direzione gradita dagli scolarci bolognesi, tardi eredi delle illusioni nutrite dal card. Giacomo Lercaro, da don Giuseppe Dossetti e dal prof. Giuseppe Alberigo. La scuola di Bologna, nel dibattito rappresentata dal mellifluo epigono Giuseppe Melloni, era stata costituita negli anni Sessanta al fine di promuovere la de-ellenizzazione del Cristianesimo, ossia la separazione di fede e ragione quale propedeutica all’intesa dei cattolici con gli esponenti dell’ideologia progressista.
Lercaro, Dossetti e Alberigo non erano banditori dei torrentizi e innocui documenti stilati dai padri del Vaticano II ma antesignani di una cristianità conforme alle illusioni festanti e agli stati d’animo circolanti intorno all’aula conciliare. Stati d’animo che don Finotti ha puntualmente definito paraconciliari.
Ora l’effervescenza paraconciliare aveva avuto origine dalla fantasia dei teologi giornalisti, i quali, obbedendo ai messaggi lanciati dalla propaganda sovietica e dalla chiacchiera stampata, pensava fosse in atto una sincera e pia autocritica dei pensatori comunisti.
Il giornalismo teologico, venuto allo scoperto dopo la morte di Pio XII, il papa che ne aveva denunciato e sconfessato il delirio, contemplava, infatti, tre abbaglianti e consolanti novità:

a. il Vangelo è vero socialismo.
b. il socialismo ateo sta diventando cristiano,
c. la Chiesa e il mondo sono prossimi a una felice e gongolante intesa.

Continua a leggere “Gesuiti modernisti? Falsi maestri che hanno modificato il senso del peccato”

I veri nemici della Chiesa firmano un nuovo “Patto delle Catacombe”

Art. 36: “Sono proibite nelle chiese le celebrazioni di qualunque genere o i panegirici sui Servi di Dio, la cui santità di vita è tuttora soggetta a legittimo esame. Ma anche fuori della chiesa bisogna astenersi da quegli atti che potrebbero indurre i fedeli a ritenere a torto che l’inchiesta, fatta dal vescovo sulla vita e sulle virtù, sul martirio o sull’offerta della vita del Servo di Dio, comporti la certezza della futura canonizzazione dello stesso Servo di Dio”.

Continua a leggere “I veri nemici della Chiesa firmano un nuovo “Patto delle Catacombe””

Salvo per ora il celibato sacerdotale ma…

Attendavamo una riflessione del professore Josè Antonio Ureta – dall’Osservatorio  Sinodo Amazzonia dell’ Istituto Plinio Correa de Oliveira e puntualmente è arrivato e lo condividiamo totalmente, ringraziando.

Fermo restando che al momento pare “salvata” la legge ecclesiastica sul celibato sacerdotale, si profila però un altro pericolo che in pochi hanno visto nella Esortazione…. Dalla Dottrina Sociale della Chiesa… arriviamo alla dottrina social-marxista della new-chiesa???

Abbiamo aggiornato anche con l’articolo del professore Stefano Fontana, anch’esso atteso….

e con l’intervista a Don Alfredo Maria Morselli: Querida Amazzonia? Ecco dove si annida l’inganno….

Continua a leggere “Salvo per ora il celibato sacerdotale ma…”

Preti-sposati? Papa Francesco ha detto che…

Domani, mercoledì 12 febbraio, sarà pubblicata l’attesissima esortazione apostolica sull’Amazzonia, ma secondo alcuni vescovi americani — che hanno parlato con papa Francesco recentemente durante la visita ad limina apostolorum — non ci saranno i cambiamenti tanto pretesi. Speriamo abbiamo ragione!

Continua a leggere “Preti-sposati? Papa Francesco ha detto che…”

Papa Francesco: un pastore ribelle? Il percorso errato del Pontefice…

Cari Amici, quanto vi proponiamo proviene da una nostra traduzione di un testo integrale sul quale è bene fermarsi per riflettere. Troverete il testo scaricabile qui anche in formato pdf: Papa Francesco pastore ribelle

Continua a leggere “Papa Francesco: un pastore ribelle? Il percorso errato del Pontefice…”

Chi risponderà, nella Gerarchia, a questa domanda: “Chiesa cattolica dove vai?”

Per questa settimana, cari Amici, vorremo farvi riflettere sull’excursus storico che il cardinale Burke fece in un incontro del 7 aprile 2018 a Roma: “Chiesa cattolica dove vai?” in ricordo del card. Carlo Caffarra ed in memoria del card. Joachim Meisner, incontro al quale anche noi c’eravamo…. Lo riproponiamo integralmente dal sito “cooperatoresVeritatis“, perché ci farà bene – a tutti – studiare un poco di storia ma anche, attenzione, riflettere bene sulle conclusioni a cui giunge il cardinale. Ricordiamo anche – dallo stesso incontro – l’intervento di mons. Athanasius Schneider che troverete qui in audio, con l’intervento anche del cardinale Brandmuller.

Dal canto nostro è necessario ricordare gli eventi di quel periodo e che vi sintetizziamo attraverso questa raccolta di link, gli editoriali di queste “cronache”:

Continua a leggere “Chi risponderà, nella Gerarchia, a questa domanda: “Chiesa cattolica dove vai?””

Celibato sacerdotale? Per Bergoglio è il solito “sì, anche no, ma però…”

«Scopri che se un Papa si mostrasse incline ad autorizzare il matrimonio dei sacerdoti, trarrebbe un giudizio terribile; Dio lo colpirebbe con cecità spirituale e sordità; non potrebbe dire altro, né fare né gustare dell’ordine soprannaturale; e inoltre, dopo la sua morte, la sua anima sarebbe gettata nelle profondità dell’inferno, per rimanervi eternamente in preda dei demoni. Sì, anche se il Santo Papa Gregorio avesse stabilito questa legge, non avrebbe mai ottenuto misericordia davanti a Dio, se non l’avesse umilmente ritirata prima di morire». (La Vergine Maria a Santa Brigida in “Rivelazioni”, VII, 10. vedi qui la fonte)

Continua a leggere “Celibato sacerdotale? Per Bergoglio è il solito “sì, anche no, ma però…””