Il mito del “pueblo”. Francesco svela chi glielo ha raccontato

Quella di essersi affidato per sei mesi a una psicoanalista ebrea non è l’unica rivelazione inedita fatta da papa Francesco al suo intervistatore Dominique Wolton, nel libro uscito in Francia ai primi di settembre. A metà del primo capitolo Jorge Mario Bergoglio fa anche per la prima volta il nome dell’antropologo che gli ha ispirato la sua concezione di “popolo”.

Continua a leggere “Il mito del “pueblo”. Francesco svela chi glielo ha raccontato”

Il gaudio del cattoprogressimo. Una domanda di Dante Alghieri

A esclusione di pochi “irriducibili” (che non si accontentano mai) la fanfara “progressista” ha intonato la Marcia trionfale per festeggiare la pubblicazione dell’Esortazione apostolica post-sinodale. In effetti – e ce ne dispiace per i solerti pompieri già entrati in azione – sembra proprio che l’esultanza si giustifichi pienamente. Tanto che anche il Sommo Poeta ha inoltrato una richiesta particolare…

Continua a leggere “Il gaudio del cattoprogressimo. Una domanda di Dante Alghieri”

Detto a Spadaro, perché Francesco intenda

Da quando quel suo famoso articolo sui divorziati-risposati è uscito, Spadaro ha ricevuto parecchie cannonate contro. Dalle quali nemmeno Francesco potrà ritenersi al riparo, se nelle conclusioni che trarrà dal sinodo dirà le stesse cose anticipate dal suo confratello gesuita.

Continua a leggere “Detto a Spadaro, perché Francesco intenda”

Che dirà papa Francesco? Ce lo dicono i suoi “amici”

Francesco ha costantemente preparato la Chiesa al cambiamento. Sarebbe sciocco ignorarne i segnali.

Continua a leggere “Che dirà papa Francesco? Ce lo dicono i suoi “amici””

Francesco tace, ma un altro gesuita parla per lui

È Antonio Spadaro, SJ, direttore de La Civiltà Cattolica. In un articolo sulla sua rivista ha già scritto che cosa dirà il papa sulla comunione ai divorziati risposati.

Continua a leggere “Francesco tace, ma un altro gesuita parla per lui”

“Spadarate”, il cyberteologo e l’Eucarestia di san Cirillo

Sull’accesso alla Comunione di chi è in peccato, un tweet di padre Spadaro S.J. interpreta in modo capovolto una “sentenza” di san Cirillo di Gerusalemme. Ma anche se l’interpretazione fosse stata giusta, i conti non tornerebbero lo stesso. Ecco perché.

Continua a leggere ““Spadarate”, il cyberteologo e l’Eucarestia di san Cirillo”