Bergoglio: Equilibrio di un mondo sociale senza Gesù e intanto si offende Maria!

Cari Amici, già dagli ultimi editoriali vi stiamo comunicando alcune “cronache” che purtroppo – inesorabilmente ed inevitabilmente – ci stanno confermando la via scelta da questo pontificato, che esula dalle linee intraprese dallo stesso concilio Vaticano II seppur provengono da quello “spirito” che di fatto sta governando dopo aver infettato tutta la Chiesa portandoci, come stiamo vedendo, ben oltre i sentimenti legittimi e raccomandati di un “volemose bene” alla Giovanni Paolo II…. ma che da questo, però, non si poteva che sfociare nel SINCRETISMO RELIGIOSO… fino ad arrivare ad un Pontefice che benedice “onde ed alberi“, ora, e raccomanda un “Equilibrio del mondo” a prescindere da Gesù Cristo! Con la “piccola” Nota a margine della grave blasfemia, sacrilegio, di una offesa alla Vergine Maria.

Di cosa stiamo parlando? Di una notizia che forse non è stata ben registrata dal mondo cattolico della rete, come avrebbe dovuto. Ma facciamo un passo indietro, avendo a mente anche questa cronaca importante, perché è in parte la sua continuazione.

Il Progetto José Martí (scrittore rivoluzionario cubano) di Solidarietà Internazionale chiamato “PER L’EQUILIBRIO DEL MONDO“, sponsorizzato dall’UNESCO, fu creato nel 2003 dopo la sua adozione alla Conferenza Generale della suddetta organizzazione internazionale, per l’Educazione, la Scienza e la Cultura (OEI) e altre istituzioni internazionali che hanno aderito al Progetto, disciplinato da un organo di direzione collegiale, composto da oltre trenta rinomati intellettuali provenienti da diversi paesi, i quali formano il suo Consiglio Mondiale.

Il presente Progetto – PRIVO DI OGNI RIFERIMENTO RELIGIOSO – è organizzato dall’Ufficio del Programma Martiano a Cuba, la sola iniziativa sopranazionale che favorisce lo studio, la conoscenza e la diffusione della vita e opera di una figura tanto importante nell’ambito delle idee. Il Progetto José Martí, sin dall’inizio, ha favorito un vasto movimento internazionale orientato a fare conoscere l’eredità lasciataci dall’Apostolo ed Eroe Nazionale cubano, il che si osserva ormai nella sua capacità di convocazione e nelle attività che si tengono nelle varie regioni e paesi, compreso il Premio Internazionale José Martí conferito dall’UNESCO….. Le Conferenze che si tengono periodicamente intendono promuovere IL BENE CON TUTTI E DI TUTTI… Dunque, in verità, non ha nulla a che vedere con la Chiesa…. è un progetto legittimamente SOCIALE e popolare, di altrettanti legittimi Stati.

Tra i temi dibattuti spicca la

  • – “LOTTA PER UNA PACE EQUILIBRATA”  (???)
  • lotta contro ogni forma di discriminazione – genere, razza, religione, età e condizione sociale – che legittimano le disuguaglianze e incriminano la lotta per la giustizia sociale, LA LIBERTA’ all’educazione e alle NUOVE CULTURE per l’esercizio dei diritti umani nelle condizioni SORTE in questo XXI secolo… (??)
  • – Il ruolo e le sfide dei NUOVI MOVIMENTI SOCIALI….
  • – La necessità di fermare la distruzione dell’ecosistema..
  • L’inserimento di OGNI ORGANIZZAZIONE SOCIALE E PACIFISTA NEI PROCESSI DI CAMBIAMENTO
  • l’INSERIMENTO DEI MOVIMENTI SINDACALI PER UNA GIUSTIZIA SOCIALE
  • – Dalla teoria alla pratica: incorporazione di realtà per progetti di equità sociale
  • – lotta contro lo spaccio delle droghe…
  • – la giustizia sociale quale VALORE UNIVERSALE PER LA PACE…

Ora… che cosa è accaduto?

Che Papa Francesco – la prima volta di un Pontefice – ha inviato un Messaggio papale alla Conferenza per “l’Equilibrio del Mondo” e per “confermare” che le sue parole rispecchiano il cammino della Chiesa verso questa direzione, cita Giovanni Paolo II quando nel 1998 (ben 5 anni prima della nascita di questo Progetto) auspicò che:

“La fiaccola che, accesa da Padre Varela, doveva illuminare la storia del popolo cubano, fu raccolta, poco dopo la sua morte, da quella personalità eminente della nazione che fu José Martí: scrittore e maestro nel senso più pieno del termine, profondamente democratico e indipendentista, patriota, amico leale anche di quelli che non condividevano il suo programma politico. Egli fu, soprattutto, un uomo illuminato, coerente con i suoi valori etici e animato da una spiritualità di natura eminentemente cristiana. È considerato un propugnatore del pensiero di Padre Varela che chiamò «il santo cubano».”

Tutto bene allora? NO! Perché Giovanni Paolo II auspicava che attraverso la lotta fatta da questo José Martì PREVALESSE quella del suo maestro, il Padre Varela… infatti, sempre nello stesso Discorso, così diceva Giovanni Paolo II:

  • La Chiesa cattolica non si identifica con nessuna cultura in particolare, ma è vicina a tutte con spirito aperto. Nel proporre con rispetto la propria visione dell’uomo e dei valori, essa contribuisce alla crescente umanizzazione della società. Nell’evangelizzazione della cultura è Cristo stesso che agisce attraverso la sua Chiesa, giacché con la sua Incarnazione «entra nella cultura» e «reca ad ogni cultura storica il dono della purificazione e della pienezza»..”

Papa Francesco sfrutta e strumentalizza Giovanni Paolo II per GIUSTIFICARE la sua presa di posizione in un Messaggio al cui interno però SCOMPARE OGNI RIFERIMENTO AL CRISTO-DIO, priorità che come abbiamo letto era il fondamento nel pensiero di Giovanni Paolo verso ogni iniziativa SOCIALE! Il gioco ambiguo e subdolo di Bergoglio è quell’usare certi passaggi dei predecessori (indubbiamente umanizzatori anch’essi, a volte ambigui nel sincretismo, questo va detto per onestà) per insinuare la giustificazione DELLA SUA AGENDA SOCIALE SENZA PIU’ LA DOTTRINA DELLA CHIESA, come dimostrammo qui sui “Movimenti”…

Va anche detto, appunto, che colpa di questa situazione è quello “spirito” del concilio che seppur condannato dai Papi precedenti, vediamo la condanna della Teologia della Liberazione per esempio…, non fu sufficientemente fermato ed anzi… fu filtrato attraverso l’approvazione di sacerdoti, quali appunto,  Padre Félix Varela y Morales che per quanto dichiarato “venerabile” dalla Chiesa cubana, resta comunque colui che per primo infiltrò il pensiero MODERNISTA all’interno della chiesa cubana… e che fu esiliato per le sue idee “all’avanguardia”. Attenzione!! Bisogna anche sottolineare la difficoltà che abbiamo noi europei di comprendere il valore di certe persone in quelle terre lontane da noi per politica e cultura!! Ma fatte le debite distinzioni – come ha fatto appunto nel Discorso citato Giovanni Paolo II che mette Cristo-Dio al primo posto – che nulla tolgono di valore alle singole persone, resta palese lo sdoganamento della Chiesa alle figure di sacerdoti e vescovi di stampo Modernista e RIVOLUZIONARIO!!

Chiarito questo appare ora più evidente che IL PROGETTO dell’ Equilibrio del Mondoe il Messaggio di un Papa che NON esprime minimamente alla priorità del Cristo-Dio quale unico BARICENTRO PER LA VERA PACE NEL MONDO, ribalta completamente il Discorso di Giovanni Paolo II sullo sviluppo di Cuba e di tutta l’America latina, come abbiamo dimostrato nell’editoriale precedente, e DI CONSEGUENZA procede a passo spedito verso la conferma di UNA RELIGIONE SOCIALE MONDIALE, della quale Bergoglio sembra autopromuoversi leader indiscusso mondiale. E senza dubbio, gli ultimi fatti accaduti con la firma del Documento con l’Imam (vedete gli ultimi editoriali), non possono che confermarci questa deriva.

Non è scenario fantasy il fatto che questo Pontificato promuova da sei anni oramai una NUOVA RIVOLUZIONE per l’America Latina e di conseguenza per tutta la Chiesa…. dopo il fallimento della rivoluzione gesuitica della Teologia della Liberazione, vedi qui, ma anche qui. Vince oggi la TEOLOGIA DEL POPOLO, la teologia del pueblo che è di fatto la stessa teologia ma senza armi e senza violenza, descritta tuttavia dal progetto del Programma dell’Equilibrio del Mondo sopra riportato il quale, però, elimina Gesù Cristo, vero ed unico Dio portatore della Pace vera, con la Sua Dottrina sociale, dallo scenario delle future comunità mondiali.

Chiosa infatti Bergoglio alla conclusione del suo Messaggio pontificio, dopo aver eliminato un pensiero al Cristo-Dio:

  • “Che gli insegnamenti di questo maestro e scrittore cubano risuonino in noi e ci ricordino, con le sue parole, che «tutti gli alberi della terra saranno concentrati alla fine in uno solo, che darà in eterno un profumo lievissimo: l’albero dell’amore, dai rami così robusti e copiosi, che nel suo nome si ripareranno sorridenti e in pace tutti gli uomini»..”

Siamo alla nuova divinità, o cultura…. del DIO-ALBERO? Che strano, ne parlammo qui in tempi non sospetti; quando per Natale un Papa è arrivato ad affermare che “l’abete rosso simboleggia Dio…“, ne parlammo anche qui sulla nuova CONVERSIONE ECOLOGICA; ed anche qui... qui sulla nuova benedizione a forma di “onda” energetica…. Insomma, è una escalation inarrestabile ed irreversibile fino, naturalmente, a quando Dio dirà il Suo “FERMATEVI” per mezzo del trionfo del Cuore Immacolato di Maria il quale, attenzione bene, è stato oltraggiato e vilipeso , sacrilegato e reso blasfemo proprio durante l’incontro finale della Gmg a Panama, nell’incontro con tutti gli operatori e i volontari.

La Diocesi, si badi bene… – e con questo concludiamo quale ciliegina sulla torta – ha organizzato una teatralità della INCARNAZIONE DI DIO NEL GREMBO VERGINALE DI MARIA e dell’Annunciazione! Premesso che non abbiamo nulla in contrario con le recite giovanili, ma questa non è stata una cosa ingenua ed innocua…. Maria Santissima è presentata in jeans, sfrontata, incredula e dubbiosa nei confronti di un Arcangelo ridicolo che a suon di rap… tenta di far capire alla “Donna come tutti noi”, che non sta sognando… La Vergine Maria viene presentata in modo ridicolo umanizzato ed umanizzante, NULLA DI SOPRANNATURALE DELLA GRAZIA IN LEI… le parole dell’Angelo e le parole di Maria dal Vangelo, vengono stravolte, cambiate e presentate come qualcosa di ben diverso dalla realtà dei fatti! Siamo alla Donna in bichini di don Tonino Bello… siamo alla “Donna che piace, e alla Donna COME NOI”, siamo alla ESIBIZIONE APPLICATIVA della frase eretica di un Papa che ha detto che Maria non è nata santa!

Noi ci rifiutiamo di pubblicare qui il video ufficiale… davanti ad un papa compiacente ed applaudente, nel mentre si ridicolizza la STORIA della Salvezza, la storia stessa dei PRIVILEGI dati a Maria… se avete stomaco, guardatelo…. qui! Facciamo Preghiere di riparazione… E che però… Bergoglio disse che se qualcuno avesse osato parlar male di sua madre gli avrebbe dato un pugno in faccia… Non sarebbe ora di mettere in pratica il suo insegnamento?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...