I segreti del conclave del 2005

Il giornalista Lucio Brunelli, su la Repubblica del 23 settembre 2005, pubblicò il diario di un cardinale elettore (di cui ovviamente tace il nome). La descrizione della figura di Jorge Mario Bergoglio sembrerebbe giusta, questo perché è sempre stato abile ad apparire come conservatore. Però leggiamo attentamente che cosa confidò ad alcuni conoscenti l’allora Primate argentino su papa Giovanni Paolo II e sul suo più stretto collaborate, Joseph Ratzinger, che diventerà papa Benedetto XVI: una “sentenza” spietata — e volgare — che ne dimostra invece la vera indole e personalità.

Continua a leggere “I segreti del conclave del 2005”