Lo strano “caso” del cardinale Pell: eccellente capro espiatorio…

Ci siamo astenuti fino ad oggi, dal commentare la dolorosissima situazione del cardinale Pell per due ragioni. La prima è che attendevamo di avere più materiale su cui riflettere; la seconda è che noi stessi lo riteniamo innocente e la segregazione a cui è stato sottoposto, con l’ignominia di una accusa degradante ed infamante, colpisce non soltanto l’interessato – innocente – ma in questi casi anche tutte le Membra, tutta la Chiesa mentre “quest’altra” (quella cioè falsa, chiesa delle tenebre come sottolinea la beata Emmerich, imbrattata di misericordia e di perdonismo a chi peccando continua ad essere peccatore) non solo se ne lava le mani abbandonando un suo eccellente Membro nell’odierno “braccio secolare“, ma sembra quasi gongolare come ad aver pareggiato una triste partita: McCarrick da un fronte, ora Pell dall’altro fronte, 1-1 palla al centro.

Continua a leggere “Lo strano “caso” del cardinale Pell: eccellente capro espiatorio…”