Le parole della Chiesa vera sono Vita e non morte: ignavia del Vaticano

Il giudice Hayden ha condannato a morte il piccolo Alfie, strumentalizzando alcune dichiarazioni ambigue di papa Francesco per motivare la sua decisione. Dalla Santa Sede non è giunta nessuna dichiarazione che smentisse l’uscita del magistrato inglese, neppure una a sostegno dei genitori del bambino malato, i quali chiedono che il figlio venga curato, non ammazzato.

Come nel caso dell’eutanasia a Charlie Gard, l’attuale Vescovo di Roma non si alzerà in piedi per difendere la vita di un innocente, preferendo starsene in disparte, facendo intendere che non vuole essere coinvolto. Ma questa volta avrà una diretta responsabilità in quest’infanticidio, se non smentirà — e siamo propensi a pensare che non lo farà — l’uscita del magistrato Hayden.

È facile difendere i deboli — soprattutto quelli ideologici (tipo i migranti) — a parole, è difficile farlo con i fatti, in modo particolare quando si rischia di attirare le critiche di quel “mondo moderno” dichiaratamente anticristiano da cui si vogliono lodi e applausi.

Continua a leggere “Le parole della Chiesa vera sono Vita e non morte: ignavia del Vaticano”

Cari Vescovi, uccideteci pure, ma nella Veritas

Sulla vicenda di Charlie Gard è emerso il peggio del peggio dei “cattolici” modernisti, soprattutto del clero.

Continua a leggere “Cari Vescovi, uccideteci pure, ma nella Veritas”

A CUORI UNIFICATI: appello a Papa Francesco per salvare il piccolo Charlie Gard

La rete di internet ha di buono che certa informazione, bella o brutta che sia, viaggia in tempo reale, spetta poi ognuno di noi valutare e fare proprie alcune istanze e dare testimonianza a chiunque chieda “ragione della speranza che è in noi” (cfr 1Pt.3,15-16).

E’ il caso triste e drammatico del piccolo Charlie, nato con una rara malattia genetica e costretto a dover dipendere dalle medicine, dalla somministrazione artificiale per poter continuare a vivere, almeno fino a quando ciò è possibile. I genitori di Charlie non si sono mai arresi. Hanno dato il Battesimo al loro piccolo ed hanno continuato a sperare. Il paradosso, e l’aspetto drammatico, è che – in questo momento – la morte non gli viene dalla malattia, ma dagli uomini che hanno deciso che “Charlie NON deve vivere”, hanno deciso di UCCIDERLO, clicca qui!

Continua a leggere “A CUORI UNIFICATI: appello a Papa Francesco per salvare il piccolo Charlie Gard”