In cassonettibus veritas! Per sdrammatizzare un poco….

Riportiamo dalla pagina di Facebook del mitico mons. Eleuterio Favella …  per sdrammatizzare, sì, ma anche per dire le cose come stanno con lo spirito giusto… Per il titolo ringraziamo la perspicacia di tale Gianni F. nei commenti, troppo sagace per non condividerlo. Del resto, sull’argomento abbiamo già trattato molto negli anni passati, che aggiungervi altro non ne vale neppure la pena, ma un poco di ironia non guasterà…


 

NOSTRE INFORMAZIONI

La S. Penitenzieria Apostolica rende noto che, con il Decr. “In cassonettibus”, approvato stamane “ex audientia Ss.mi”, a norma della Enc. “Laudato sì” e della discendente normativa (Istr. “De spazzathura” e Decr. “Letamini [senza dittongo] in domo”), durante il tempo del creato, e pertanto dal mattutino del 1° settembre sino ai secondi vespri del 4 ottobre, festa di S. Francesco d’Assisi, si potrà lucrare l’indulgenza plenaria alle solite condizioni eseguendo la raccolta differenziata con zelo e religioso rispetto delle normative, recitando infine, all’atto del deposito dei sacchetti negli appositi cassonetti, una orazione secondo le intenzioni del Sommo Pontefice quanto al riciclo della spazzatura.

Ai chierici inoltre è conceduto benignamente dall’augusta munificenza altresì l’altare privilegiato toties quoties, in caso di sagre celebrazioni presso le discariche (ufficiali ed abusive), nonchè la facoltà di assolvere “in foro interno ac externo” per i reati ambientali quali incendio, provocazione di frane e inondazioni, maltrattamento ed uccisione di animali, getto di cose nonchè deturpamento di bellezze naturali, restando riservati all’Ordinario del luogo i reati di disastro ambientale e di traffico e tombamento di rifiuti radioattivi.

Il S. Padre ha anche obbligato, con il medesimo provvedimento, che i chierici di ogni ordine e grado i quali, anche in sede sacramentale, apprendano della consumazione di uno o più dei detti reati, ne facciano comunicazione all’autorità costituita “sub gravi” entro e non oltre i primi vespri della domenica successiva.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...