Il Sinodo verso…. Halloween?

Se ne sentono tante, se ne dicono tante ma… questa strana coincidenza di quanto accaduto in questo infausto Sinodo e la quasi “vigilia” di Halloween, non ci sembra del tutto casuale!

Dall’IRONIA IDOLATRA, vedi qui, cliccando sulle immagini

 

 

al pseudo serio briefing per tentare di smentire ora tutto, ora il nulla, affermare che non si trattava di una divinità ma addirittura che – la Pachamama – potesse essere niente meno che la Beata Vergine Maria amazzonica… vedi qui, fino a ri-smentire se stessi per dire che – gettare a fiume un idolo – sarebbe stato un gesto di cattiveria e di poco rispetto agli indigeni… il dispiacere di un Papa che “come vescovo di Roma” chiede perdono agli illustri ospiti del Sinodo, per il crudele gesto, promettendo una rivincita ossia, che la Pachamama ripescata dal Tevere sarà portata in processione nuovamente per la chiusura del Sinodo….

Insomma, c’è di che rimanere imbarazzati trovandoci, forse, davanti a dei bambini viziati e capricciosi ai quali, tolto loro un giocattolo pericoloso…. hanno cominciato a piangere e a sbattere i piedi, fino a quando non sarà dato loro l’oggetto del desiderio. Ma ci troviamo nella quasi vigilia di Ognissanti che, in verità è oggi oscurata da Halloween…. la notte in cui si vorrebbe soddisfare ogni desiderio, la notte in cui si ESORCIZZA tutto, la notte in cui le tenebre la fanno da padrona. “Il Papa e le statuette, una situazione surreale” dice a ragione Riccardo Cascioli qui….. il Papa chiede perdono a quanti si sono sentiti offesi per le «statue della pachamama che sono state tolte dalla chiesa nella Traspontina, che erano lì senza intenzioni idolatriche e sono state buttate al Tevere» ma, ci chiediamo… come è possibile che NON si sia sentita, e non si senta, la necessità di una Messa di RIPARAZIONE per aver portato quell’oggetto insano in una chiesa vedi qui, anziché venerare la Beata Vergine Maria e adorare Gesù nella Divina Eucaristia?

I briefing fatti e le contorsioni di Tornielli sull’accaduto, fanno comprendere bene il loro stesso imbarazzo nello spiegare un fatto che, senza precedenti nella storia della Chiesa, è diventato un vero preludio all’Halloween di questi tempi cupi… “il passaggio più assurdo, spiega Riccardo Cascioli: sarebbe il Comandante dei Carabinieri a suggerire l’esposizione delle statue in questione nella messa conclusiva del Sinodo. Non ci sono neanche parole per commentare questa incredibile affermazione. E poi la delega della decisione al cardinale Parolin. Dopo tutto questo bel discorso (del Papa), perché scaricare sul segretario di Stato una decisione che a questo punto, qualunque sia, sarà sbagliata? Un altro personaggio da eliminare? Ci auguriamo almeno che il segretario di Stato abbia la lucidità e il coraggio per evitare uno scandalo dalle conseguenze imprevedibili…”.

Ci accusano di usare il termine “bergoglionate“…. e come vorreste definire tutto quanto sta accadendo ed è accaduto in questo mese che avrebbe dovuto essere il mese dedicato al Santo Rosario di Maria?

E bene! Il Sinodo per l’Amazzonia è in dirittura d’arrivo, come una purga imposta a tutta la Chiesa è giunto alla sua conclusione lasciando una scia di assurdità e di grave spaccatura e ciò accade quando, a protezione di un sinodo si mette il demonio stesso o, addirittura un popolo (per altro assai minoritario) che si vorrebbe far entrare nella Chiesa, ma senza abbandonare i propri idoli…. vedi qui: Dopo il fumo di Satana entrato in Vaticano. Ora lo si porta in processione…

Qualche stolto in vaticano
or scimmiotta lo sciamano:
alla fede colpo sferra
e si prostra a madre terra;
l’idolatra spazzatura
or la chiamano cultura.
E mentre vanno di gran passo
dritti in braccio a satanasso,
nella fede assai ignoranti
gli empi levan loro canti:
“Con la danza e lo spinello
il cristianesimo è più bello;
con più cuore ci si ama
se adoriamo pachamama;
su tiriamoci un cannone
ce l’ha dato lo stregone;
dai facciamo gran consumo
non è incenso il nostro fumo”
Canta pure finché vuoi
perché dopo più non puoi;
di fiamme e fuoco un grande fiume
brucerà tutte le piume
che ti metti sulla testa
al demonio per far festa.
Della fe’ gran tradimento!
Dell’inferno s’ode il vento.
S’odrà pure il vostro tonfo
quando arriverà il Trionfo
di quel Cuore Immacolato
da voi tanto disprezzato…
…ma dai buoni tanto atteso
i qual, con Fuoco sempre acceso
di Fe’ Speranza e carità
non conoscon la viltà
Questi in Ciel faran l’ingresso
di Dio stesso avran possesso.
Su combatti senza sosta
Anche se molto ti costa
La vittoria è tra un momento,
non lasciare il gran cimento!
Senza indugio oppur ritardo
Santa Croce è il tuo stendardo.
In tua man ci sia il Rosario
nel tuo Cuor la santa fede
così avanza chi più crede
la vittoria sarà il Ciel!

 


Offriamo ora una breve riflessione dell’amico Claudio Gazzoli.


IL SINODO VERSO HALLOWEEN

Chissà se i “padri sinodali” e il loro Gran Mogol avranno pensato di spostare la data di chiusura del Sinodo dell’Amazzonia in modo da farla coincidere con la festa di Halloween ? Così potranno finalmente indossare costumi macabri, neri e rossi o viola, gli stessi della talare che, con ovazioni da stadio, hanno deciso “finalmente” di accantonare. Potranno truccarsi da vampiri, zombie, lupi mannari, fantasmi, scheletri e sciamani, in perfetta continuità con i prodromi del sinodo, nell’inclusione blasfema di tutto il demoniaco.

Potranno recarsi in casa dei cattolici che non ci stanno, la sera di Halloween, a proporre “dolcetto o scherzetto”….. anche se molto più di uno “scherzetto” hanno già preparato. Potranno festeggiare, tutta la notte di Ognissanti, assieme al grande protettore, anche se a loro insaputa, perché non ci credono, tanto i Santi, ormai, non li ricorda quasi più nessuno.

Sarebbe la naturale conclusione dei riti idolatrici, iniziati all’interno delle mura vaticane, che nessuno aveva osato profanare dai tempi del sacco dei Lanzichenecchi. Solo che loro erano protestanti, avevano in odio la Chiesa di Roma e agivano dall’esterno di essa…

Anche se non lo faranno, è più che evidente una perfetta contiguità con il contesto, l’habitat in cui si sta svolgendo il Sinodo.

  • Ma non vi VERGOGNATE di aver portato in processione una canoa o la statua di un idolo profano ? chissà se qualcuno di voi ha mai portato in spalla la statua della Madonna o di un Santo….
  • Ma non vi VERGOGNATE di aver partecipato a riti di adorazione di idoli pagani ?
  • Ma non vi VERGOGNATE di consentire di profanare le chiese sotto la vostra competenza con ogni sorta di abominio ?

Ma per vergognarsi, davanti a Dio ovviamente, occorre avere il pieno dominio della propria coscienza. Voi non potete vergognarvi perché l’avete svenduta a Moloch con la mediazione di Marx e compagni. Per vergognarsi davanti a Dio, come hanno fatto Adamo e Giuda, occorre CREDERE IN DIO.

Ma viene un sospetto: che tutto questo sia stato organizzato anche con l’intento di distogliere l’attenzione su quello che realmente sta avvenendo all’interno del sinodo e sulle sue conclusioni…. che ci auspichiamo, a questo punto, non ci siano… per cause del tutto naturali…

Stanno facendo terra bruciata attorno ai cattolici normali, che non ci stanno, isolando i sacerdoti che vogliono testimoniare la Verità.

Conosco persone che cercano, disperatamente, di parlare con qualche religioso normale. Una di loro mi ha riferito che i sacerdoti, da cui si è recata per confidare le proprie dolorose perplessità, hanno avuto reazioni diverse, ma tutte sulla linea della reticenza grave e complice. Alcuni hanno replicato “schhhh……. non farti sentire da nessuno…”. Altri hanno risposto “… ma nooohh… sono tutte chiacchere dei conservatori tradizionalisti e anticonciliari… si metta l’anima in pace, non sta accadendo nulla di grave… questo papa è il nuovo Cristo inviato dallo Spirito Santo…”.

Chiedono anche a me, che sto “assillando” quei pochi  che conosco.

Eminenze ed eccellenze, avete tradito la PREGHIERA DI ORDINAZIONE:

«..Dona, Padre onnipotente, a questi tuoi figli la dignità del presbiterato. Rinnova in loro l’effusione del tuo spirito di santità; adempiano fedelmente, o Signore, il ministero del secondo grado sacerdotale da te ricevuto e con il loro esempio guidino tutti a un’integra condotta di vita. Siano degni cooperatori dell’ordine episcopale, perché la parola del Vangelo, mediante la loro predicazione, con la grazia dello Spirito Santo, fruttifichi nel cuore degli uomini, e raggiunga i confini della terra.»

«La parola del Vangelo, mediante la loro predicazione, con la grazia dello Spirito Santo, fruttifichi nel cuore degli uomini, e raggiunga i confini della terra». La “PAROLA DEL VANGELO” non gli scritti di Leonardo Boff, di Gustavo Gutierrez, le smanie lascive di J. Martin, le farneticanti dichiarazioni della bambina svedese o quelle sconnesse e stravaganti del Gran Mogol: “Dio ha voluto tante religioni perché vuole essere adorato in tanti modi…”.

Da molti anni avete preparato il terreno sul quale, ora, state raccogliendo frutti copiosi, con la manovalanza di quelli che avete ammaestrato e che ora formano l’ossatura della struttura che avete conquistato. Avete avvinto le persone inermi che non hanno potuto fare a meno di seguirvi. Potevate separarvi fondando  una setta tutta per voi (come tante altre…), ma non vi bastava una brigata sgangherata, volevate tutto l’esercito.

Liberate la Chiesa dai miasmi della putrefazione della carne, che tanto amate, perché state mettendo a rischio la salvezza di una moltitudine di anime, alcune delle quali non sanno a chi rivolgersi per la loro consolazione. Oppure ritiratevi, a vita, in un monastero, magari uno di quelli che, così, potreste preservare dall’intento di farli chiudere.

Rivogliamo la certezza austera del peccato con la speranza dolorosa del perdono.

Anche se le forze da cui traete, inconsapevolmente, ispirazione, vi fanno sentire invincibili, non ce la farete a portare a compimento il vostro proposito devastatore. Perché la Chiesa non è vostra ! Perché noi non molleremo. Non ripiegheremo di un centimetro. Come gli “angeli” che hanno liberato quella chiesa dai totem profanatori. Perché gli Angeli hanno sempre la meglio sui demoni.

Claudio Gazzoli – Monterubbiano (Blog dell’Autore)

 

4 pensieri riguardo “Il Sinodo verso…. Halloween?

  1. Complimenti alla redazione e a Claudio, siamo stati davvero un mese intero in un clima spettrale e non poteva che concludersi con un cenno all’Halloween di chi al potere della Chiesa, la sta trascinando in un baratro infernale. Non so se avete letto Marco Tosatti qui e mi sia concesso di riportare un passaggio integralmente:
    Cari amici e nemici di Stilum Curiae, dietro le alte mura del Vaticano devono essere veramente nervosi. E tanto più nervosi devono essere gli spin doctor mediatici del Pontefice regnante, che dopo aver nominato ieri Maestro delle Cerimonie Pontificie il Comandante della stazione dei Carabinieri, che forse permetterà che le statue della Pachamama appaiono in San Pietro durante la messa di chiusura del Sinodo, si sono esercitati in un bel compitino di censure.
    Verso chi? Verso Paul Gunther Süss, teologo cattolico tedesco, che vive e lavora in Brasile dal 1966, uno dei motori nascosti – ma neanche tanto – delle spinte in avanti del Sinodo, e un esempio vivente, insieme agli altri vescovi e prelati di origine tedesca, di come il Sinodo sia un prodotto largamente teutonico, un bell’esempio di colonizzazione culturale e ideologica.
    Paul Süss era stato intervistato tempo fa da Vatican News. E aveva parlato liberamente. Ma soprattutto aveva detto, riferendosi alla cerimonia di prostrazioni varie nei giardini vaticani, davanti al Pontefice, e al seguito di altri riti a Santa Maria in Traspontina:
    “Poi qualcuno ha scritto che era un rito pagano. Sì, e allora? Anche se quello era un rito pagano, è sempre un gesto di adorazione. Un rito ha sempre a che fare con l’adorazione. Il pagano non può essere liquidato come niente. Che cos’è il pagano? Nelle nostre città non siamo meno pagani che nella giungla. Dovreste pensarci”.
    Sarà anche vero, ma in genere non ci prostriamo a sedere all’aria davanti al frigorifero o al televisore. Fingiamo di più.
    https://www.marcotosatti.com/2019/10/26/vatican-news-autocensura-il-teologo-che-ammette-riti-pagani-al-sinodo/
    Dopo il “giallo in Vaticano”, per la vergognosa sostituzione della presentazione di un cattolico su wikipedia a firma anonima proveniente dal Vaticano https://www.marcotosatti.com/2019/10/24/nuovo-giallo-vaticano-chi-ha-corretto-in-male-la-biografia-di-un-critico-cattolico-americano/
    chiudiamo finalmente questo schifo di sinodo cominciato male e finito anche peggio.
    Ciao da Paolo

    "Mi piace"

  2. Grazie a tutti voi del sito e a Claudio per queste riflessioni, delle volte penso di essere uno sciocco nostalgico ma di che cosa visto che sono nato nel 78 e sono cresciuto in piena riforma? E’ la nostalgia di Dio, di quel vero Dio Gesù Cristo che questi pastori ci stanno togliendo un poco alla volta. Dirgli che si devono vergognare è pura carità, gli avrei detto di peggio. Ci stanno derubando delle cose più sacre che Dio li perdoni, li converta e non ci faccia mancare il suo sostegno. Andiamo avanti con l’Immacolata.

    "Mi piace"

    1. anche io, in privato, dico cose irriferibili di quello che gli farei…. ma poi mi dicono che bisogna “amare”… sì ma non “satanasso”…

      "Mi piace"

  3. Quanto dolore mi ha provocato vedere l’idolo indigeno entrare in san Pietro per la festa della Beata Vergine Maria del Santo Rosario, ancora non riesco a credere a quanto ho veduto. Ho dato addosso e di matto a chi me lo diceva, ho accusato tutti quelli che mi mettevano in guardia, di essere contro il santo Padre Francesco, ma quando ho visto il video ho capito che era tutto vero. Poi ho ripercorso tutti gli avvenimenti di qui giorni fino all’atto coraggioso di quei giovani, di liberare il tempio di Dio da quella insulsa rappresentazione idolatrica. Mostruosità, cecità, aberrazioni, questo papa mi ha profondamente delusa. Una cosa sono i rapporti amichevoli, i gesti fraterni con chi ha idee diverse, altra cosa è mischiare gli idoli a Gesù nostro Dio ed alla sua Madre Santissima. Ha ragione, gentile Claudio di dire ciò che ha descritto, sono afflitta e sono affranta, le sue parole in fondo mi consolano. Grazie a lei e al Blog per avermi aiutata ad aprire gli occhi della mente e del cuore. Pregherò di più per il papa ma non più per le sue intenzioni, ma perché si converta e non dispiaccia più al Buon Dio con queste iniziative.
    Buona solennità di Ognissanti.
    Rosalia

    "Mi piace"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...