Papa Francesco interviene in difesa di Asia Bibi

“Le favole non dicono ai bambini che i draghi esistono. Perché i bambini lo sanno già. Le favole dicono ai bambini che i draghi possono essere sconfitti.”
(GK Chesterton)

Lasciamo ora la tastiera a Don Felice Prosperi….


L’intervento di Papa Francesco, in difesa della signora ASIA BIBI

Cari fratelli musulmani

È il Papa, il Vescovo di Roma che vi parla, a tutti indistintamente, per chiedervi la grazia della liberazione di Asia Bibi, perché nessuno di voi deve negarla, perché è come se ciascuno di voi la tenesse prigioniera.

Sì, non sta più in un carcere, in quella angusta cella dove è stata costretta senza libertà per nove anni, ma è ‘protetta’ e tenuta segregata in qualche parte del Pakistan, pur essendo stata riconosciuta innocente dalla colpa di ‘blasfemia’, della quale era stata accusata, e non può lasciare il suo Paese.

Non può farlo, perché una folla inferocita di suoi connazionali, in nome dell’Islam, non vuole altro che ucciderla e la donna non sarebbe sicura in nessuna parte della Nazione e neanche in altri Stati della Terra, che volessero darle rifugio insieme alla sua famiglia, in quanto i vostri correligionari, ospitati come emigranti, si sentirebbero onorati di eseguire su di Lei una sentenza di morte, non curanti delle leggi, che regolano la convivenza e il diritto dei popoli e delle persone, ma pretenziosi di imporre la unica legge della Sharia.

Davvero pensate che questo sia giusto? Davvero credete che il ‘Dio Misericordioso’ ordini ai suoi credenti di agire come sicari? Non vi ha fatto pena la scena di uomini (per una volta è stato onorevole che le loro mogli e figlie fossero relegate in casa), i quali come cani rabbiosi gridavano invocando l’impiccagione di una figlia di Dio?

Io vi dico che quella è stata la pagina più vergognosa e infamante della storia dell’Islam, più delle guerre e degli assalti che nei secoli avete portato alle nostre terre e alle nostre genti, perché lì almeno sapevate che ci sarebbe stata una reazione e una difesa, potevate vincere o perdere, in questo quadro invece l’ossessione diabolica di una massa si è scatenata contro una sola cristiana, mamma di cinque figli.

Così grande è stata l’offesa di Asia Bibi per aizzare il loro zelo sanguinario, non ancora placato?

Il Nostro Signore Gesù Cristo, che voi dite di onorare quale Profeta, ci ha insegnato a distinguere “la pagliuzza dalla trave”, saprete anche voi fare tesoro della Sua Parola, così da discernere il bene dal male e agire conseguentemente?

Gesù nel Vangelo ci comanda di perdonare i nostri nemici e chi ci ha fatto del male. Trovate voi nel Corano la possibilità del perdono per la mia amata pecorella Asia Bibi? Ve lo supplico umilmente: perdonatela! Non sarebbe un gesto di pace, di distensione, una gioia per tutti?

Chi deve parlare a nome vostro? Non c’è alcuna autorità, imam, scuola teologica, che condanni la sopraffazione e la violenza in nome di Allah, o questo silenzio generale, anche davanti ai continui atti omicidi di terrorismo islamico, rappresenta un assenso e consenso, un calcolo programmato?

Vi sbagliate, cari fratelli musulmani, ve lo dico con il cuore e con l’intelligenza, l’Occidente reagirà, prima o poi reagirà, non sarà il Papa che organizzerà una nuova Crociata, ma la gente semplice e comune dell’Europa (per ora assopita e paralizzata dalla tirannia omosessualista e dalla imposizione della ideologia ‘gender’) ad armarsi per difendere la Vita, la Famiglia, la Libertà: questo vuol dire una guerra civile disastrosa e orrenda, quale mai o come sempre è stato.

Vi supplico, per l’amore della Mamma di Dio Maria Vergine Immacolata, che vi ama, e che voi onorate, pur non attribuendole tutti i titoli della Fede Cattolica (non lo fanno nemmeno i Protestanti, anzi alcuni o molti di loro la disprezzano), vivete in pace con le altre religioni, rispettate le diverse culture, condividete le vostre qualità con i progressi del mondo libero occidentale.

Considerate che se il Corano è libro sacro, sacra è assolutamente ogni persona che vive sulla faccia della Terra, creata a immagine e somiglianza di Dio. È vero che anche la Bibbia contiene versetti, considerati violenti e vendicativi, eppure non vi offendiate se ci sentiamo orgogliosi, sapendo di dovere restare sempre umili, di avere come Salvatore il Signore Gesù, il quale senza rinnegare la Legge, alza e capo e dice, salvando l’Adultera: “Chi di voi è senza peccato, scagli la prima pietra!”.

Non vi ostinate a volere lapidare la mia povera figlia, la mamma Asia Bibi, ella non ha fatto niente di male, ha solo eroicamente testimoniato la sua Fede Cattolica. È questo che vi fa rabbia? Sappiate che chi “invidia la grazia altrui” sta commettendo, secondo la sapiente Dottrina della Chiesa, un peccato contro lo Spirito Santo, è questa la vera bestemmia, e “questa bestemmia non sarà perdonata in eterno”, chi la commette sarà gettato nel fuoco dell’Inferno! Sono le parole del Nostro Signore Gesù Cristo. Ve lo avverto e ve lo annuncio. Credetemi!

Posso dirvi, con la Grazia del mio Dio Padre e Figlio e Spirito Santo, che vi amo, che desidero il vostro bene e la vostra salvezza. Ho professato la nostra Fede Trinitaria, non vi irriti ciò che noi Cristiani crediamo da sempre e prima che sorgesse la realtà dell’Islam, attendiamo in pace il Giudizio Universale, quando, secondo il detto del vostro profeta, sapremo qual è la vera religione, o per meglio dire, conosceremo chi è il vero Dio!

Ma poi, penso che lo sappiate e lo crediate, in quel giorno non saremo giudicati secondo la nostra appartenenza religiosa, ma in base alle opere buone o cattive, che avremo compiuto.

Per qualcuno di voi è un’opera buona uccidere Asia Bibi? Non è un’opera buona sollevarvi, come sapete fare, e protestare come popolo credente e convivente con gli altri esseri umani, contro questa interpretazione letterale e carnale del Corano? Ve lo ripeto con lo scritto di San Paolo, nella sua Seconda Lettera ai Corinzi, capitolo 3, versetto 6: “la lettera uccide, lo Spirito dà vita”!

Lasciate che Asia Bibi venga qui in Vaticano con la sua bella e numerosa famiglia, a vivere con me, darò loro l’appartamento pontificio… adesso comprendo perché non ci sono andato ad abitare io!

Il Vescovo di Roma, che non sarà mai conquistata dall’Islam, il Vicario di Nostro Signore Gesù Cristo, il Sommo Pontefice della Chiesa Cattolica, il Primate d’Italia e Capo dello Stato della Città del Vaticano…

FRANCESCO ?


Don Felice Prosperi

Morichella di San Ginesio 23 dicembre 2018

13 pensieri riguardo “Papa Francesco interviene in difesa di Asia Bibi

  1. Bravo don Felice Prosperi. Il Papa della Chiesa cattolica dovrebbe aver scritto una lettera così già da tempo e avrebbe il totale consenso di tutti i cattolici nel mondo. Purtroppo si tratta di una favola,la realtà con colui che si definiva vescovo di Roma è tutta un’altra ed è questo che crea sconcerto, confusione, frustrazione, delusione, rigetto di una persona sbagliata nel posto sbagliato. C’è poco da fare se non aspettare che passi la notte che ci ha avvolto.

    Mi piace

  2. Complimenti a Don Felice, una lettera pastorale papale ben fatta e come dovremo tutti augurarci affinchè diventi presto realtà. Devo dire che ci sono cascato, ho creduto a un bel regalo di Natale per la povera Asia Bibi, chissà se dalla santa Sede capiscano quanto sarebbe bello se ciò si realizzasse davvero.
    Auguri a tutti.

    Mi piace

    1. Don Felice papa….vogliamo una lettera come questa!!Basta una firma…mettetela e inviatela!!Quanti danni, quante sofferenze sono generate da questo papato!Un albero si riconosce dai frutti…

      Mi piace

  3. sarebbe bello vedere il miracolo con una lettera come questa firmata papa Francesco, ma forse sarebbe più facile vedere un pesce volare in alto nei cieli

    Mi piace

  4. Stavo scrivendo, la lettera è una bufala, poi leggendo i vari commenti ed il punto interrogativo ” FRANCESCO?”, ho capito che era una lettera la quale sarebbe stata auspicabile che veramente fosse stata scritta da papa Francesco, ma come si dice, la speranza è l’ultima a morire, anche se spesso si muore sperando.
    Purtroppo il “Motu Proprio” di Bergoglio c’è, ma non è per la nostra cara Asia Bibi, ma questo è un altro argomento.

    Mi piace

  5. Anche a me è successo lo stesso del sig.Francesco Franco Coladarci, per un attimo leggendo velocemente ho creduto che Papa Francesco,( ops. quanti Francesco ) si fosse mosso e ero incredulo,poi rileggendo tutto dall’inizio e tutta la lettera mi sono deluso, pero’ che bella lettera, vera,sincera della storia,oh ! quanto avrei voluto l’avesse scritta veramente Papa Francesco.e spedita a destinazione,ma a chi ??

    Mi piace

  6. Carissimi lettori
    Ho inviato stamane al Sommo Pontefice Francesco l’intervento scritto in sua vece, anche se non ha fatto mai rispondere ad altre mie missive a lui dirette. L’ho informato che il testo è stato pubblicato nel sito web: ‘Le Cronache di Papa Francesco’, e ho scritto in calce al foglio, prima della mia firma: “Santità, le ho prestato le parole che lei non ha ancora detto. Si faccia onore e coraggio nel pronunciarle. Mi benedica”.
    Ho replicato al commento negativo di un paio di signore, apparso su Facebook, ritenendo che il testo sia ‘uno scherzo da non fare’: “Non è affatto uno scherzo, è una ‘fantasiosa realtà’, costruita ad arte, con la ingenua e nostalgica intenzione di colmare il drammatico e irresponsabile vuoto, lasciato da Papa Francesco”.

    Mi piace

  7. Anche se la firmasse senza togliere nulla, il vero bergoglio, dovrebbe rinnegare tantissime sue posizioni su “Dottrina”, ecumenismo , relativismo religioso nei confronti dell’islam, missione della chiesa , buonismo dell’islam, tanto da essere radicalmente un’altra persona , un convertito al vero cattolicesimo , cosa alquanto ardua per lui. Inoltre è un po’ troppo tardi per farsi paladino di una martire come Asia Bibi e la sua famiglia , anche solo a fini propagandistici per la sua figura mediatica o per meglio dire dare un colpo al cerchio e uno alla botte per accontentare i più tradizionalisti. Ormai abbiamo capito ampiamente le eresie manifeste che sono dietro le parole di bergoglio in questi anni, e noi Cattolici PRETENDIAMO , un’abiura da partedi Bergoglio o la sua DEPOSIZIONE e non semplici dimissioni come se non fosse successo nulla , non vogliamo un reparto di geriatria papale in vaticano.

    Mi piace

  8. Bergoglio non scriverà mai una lettera del genere perchè non solo non è il vero papa ma è nemico della Chiesa, messo sul soglio pontificio dalla massoneria, per distruggere la Chiesa. Credo che Bergoglio nemmeno creda in Dio, visto che se vi credesse saprebbe quale grande responsabilità si sta prendendo sfidando ed insultando ripetutamente Dio, ingannando miliardi di cristiani, spegnendo la luce di Cristo a coloro che hanno il diritto di vederla e conoscerla..portando innumerevoli anime nel peccato e quindi alla dannazione eterna.
    E lo dico da ex-ateo, da persona che era contro alla Chiesa e che è stato salvato proprio perchè essa mai ha smesso di inviare il suo messaggio di speranza e salvezza alle anime. Bei tempi!
    Pace e bene

    Mi piace

  9. Plaudo all’idea della signora Monica, espressa su Facebook da qualcun altro,di moltiplicare la lettera e inviarla al Santo Padre, firmata da coloro che la condividono. Non si tratta di esigere che il Papa DEBBA fare e dire quello che noi gli diciamo, nello stesso modo con il quale è scritto; non ci illudiamo che VOGLIA farlo, sarebbe un cambiamento totale del suo Pontificato, una vera conversione ecclesiale, che tutti ci augureremmo; ma è bene che SAPPIA quello che tanti fedeli si attendono da lui, dal Sommo Pontefice della Chiesa Cattolica, per amarlo come abbiamo fatto con tutti i suoi predecessori, per stringerci con affetto e devozione al ‘Padre’, dal quale ascoltiamo la Parola della Verità, al Buon Pastore che difende le sue pecorelle perseguitate, come ASIA BIBI, senza volgari giri diplomatici alla Parolin, per il quale sfacciatamente: “la cosa non ci compete, è questione interna al Pakistan, speriamo che si risolva tutto per il meglio”!
    Il modo di inviare una missiva al Papa è semplicemente: A SUA SANTITÀ PAPA FRANCESCO 00120 CITTÀ STATO DEL VATICANO

    Mi piace

  10. Se Papa Francesco riuscisse a dire queste parole alle comunità mussulmane conquisterebbe l`amore di molti cristiani in Italia e nel mondo, sarebbe per lui una grande testimonianza della Verità e un inizio di vera pace e dialogo. Cristo ha dato la vita per amore e poter dare accoglienza in Vaticano ad Asia Bibi e la sua famiglia sarebbe la vittoria del bene sul male, un gesto d`Amore talmente forte da dissipare le tenebre, far posto alla luce di Cristo in un mondo bisognoso come non mai oggi della Sua Luce. Con questo nobile gesto la chiesa di Roma, attraverso il suo vicario, tornerebbe a brillare di luce, di verità, di bellezza, di testimonianza del mondo del Cristo che è via, verità e vita oggi, sempre, domani.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...