Rubate Ostie Consacrate: Preghiamo e adoriamo

Cari Amici Lettori,

non ci sono parole per descrivere lo stato d’animo in cui ci troviamo, dopo aver saputo questa notizia direttamente dal Comunicato ufficiale redatto da Mons. Arcivescovo di Ancona-Osimo, Angelo Spina, che trovate qui nella fonte ufficiale, e che riportiamo a seguire.

Nello spiegare cosa è accaduto, ci viene chiesto di pregare e di far pregare. Questa è la forza e la potenza della Chiesa.

Hanno rubato l’Amore che proprio da noi è spesso poco amato mentre, a quanto pare, i satanisti ci rammentano di come loro ci credono. Stiamo entrando nella Settimana Santa, non riteniamo che il furto sacrilego sia un caso, riteniamo piuttosto che vi siano degli interessi spregevoli e demoniaci, associati proprio a questo Tempo Santo: Giovedì Santo con l’Istituzione della Divina Eucaristia e del sacerdozio; Venerdì Santo, la Crocifissione e morte di Gesù sulla Croce e adorazione della Croce; Sabato Santo, il giorno del silenzio…

Non lasciamo solo Gesù! Facciamo un vero “passaparola” di preghiere, digiuni, lamenti, suppliche, sacrifici, ognuno come può, ma non lasciamo solo Gesù nelle mani di questi “poveretti” e disgraziati (senza la Grazia), preghiamo per la loro conversione e restiamo uniti alla Chiesa di Ancona-Osimo e a tutta la santa Chiesa. La Preghiera è potente e nulla è impossibile a Dio.

Lo Staff di “cronicas….” e collaboratori

Ecco ora il Comunicato ufficiale:


FURTO SACRILEGO NELLA CHIESA DI SAN FRANCESCO ALLE SCALE
– COMUNICATO DELL’ARCIVESCOVO S.E. MONS. ANGELO SPINA
23/03/2018

In seguito al furto di due pissidi contenenti ostie consacrate, avvenuto nella chiesa di san Francesco alle Scale, Mons. Arcivescovo ha emesso il seguente comunicato:

“Con profondo dolore vi do notizia che nella serata del 22 marzo 2018, nella chiesa parrocchiale di San Francesco alle Scale, mani ignote e sacrileghe hanno forzato il tabernacolo e derubato due pissidi con la SS. Eucaristia. É un terribile gesto che offende gravemente Dio e lacera in profondità il cuore della nostra Chiesa locale, perché non c’è nulla di più prezioso, nella Chiesa di Dio, della Santa Eucarestia.
É un atto inaudito, compiuto volutamente per sottrarre le Sacre Specie e utilizzarLe per chissà quali fini sacrileghi. Chi ha compiuto questo gesto è incorso nella scomunica, la cui assoluzione è riservata solo alla Santa Sede, data la gravità dell’atto (scomunica latae sententiae secondo il can 1367 del CIC).
I nostri cuori si uniscono nella preghiera di riparazione e di adorazione, nella richiesta di conversione per chi ha oltraggiato il Signore Gesù presente nella SS. Eucaristia. Invito tutti i sacerdoti, in questa settimana, a celebrare una santa Messa per la remissione dei peccati, e a vivere un momento di adorazione con la propria comunità, possibilmente il giovedì santo 29 marzo. Io stesso celebrerò l’Eucaristia il 23 marzo alle ore 18.00 nella chiesa di S. Francesco alle Scale e con la comunità parrocchiale sosterò orante davanti alla SS. Eucaristia, per adorare e chiedere misericordia.
Che la Vergine Immacolata, i Santi Patroni Ciriaco e Leopardo, S. Francesco di Assisi, intercedano per noi”.
+Angelo Spina – Arcivescovo di Ancona-Osimo

 

14 pensieri riguardo “Rubate Ostie Consacrate: Preghiamo e adoriamo

  1. Dalle Preghiere dell’Angelo insegnate ai tre Pastorelli di Fatima:
    «Mio Dio, io credo, adoro, spero e Ti amo. Ti chiedo perdono per quelli che non credono, non adorano, non sperano e non Ti amano».
    «Santissima Trinità, Padre e Figlio e Spirito Santo, io Ti adoro profondamente e Ti offro il Preziosissimo Corpo, Sangue, Anima e Divinità di nostro Signore Gesù Cristo, presente in tutti i Tabernacoli del mondo, in riparazione degli oltraggi, sacrilegi ed indifferenze con cui Egli stesso ê offeso. E per i meriti infiniti dei Suo Cuore Santissimo e dei Cuore Immacolato di Maria, Ti domando la conversione dei poveri peccatori».

    Mi piace

    1. Signore nostro Dio , nostro pane quotidiano ti chiediamo perdono per il gesto così oltragioso che ci addolora e procura alle tua dolce Madre l’ amarezza per quanto ancora il Signore Gesù venga oltraggiato .

      Mi piace

  2. Umanità incosciente ,violenta e sacrilega..La PREGHIERA e L’UMILTÀ davanti a NOSTRO SIGNORE GESÙ potrà riparare allo scempio ideologico ,che in questo secolo si muove come il serpente, che striscia nei cuori della gente ..silenziosamente!PerdonaciPadre Celeste ,anche a quelli che vivono con indifferenza!

    Mi piace

  3. Gesù è lo stesso ieri, oggi è sempre. Di fronte a tale gesto sacrilegio, penso e medito all’immenso amore che Dio ha per noi. Egli si dona sempre per la nostra salvezza e si lascia catturare, offendere, oltraggiare, violentare, uccidere come a Gerusalemme. Oggi si lascia rubare da mani sacrileghe pur salvare l’umanità scellerata e usare Misericordia. Per amore solo per amore. Grazie Gesù.

    _________________________________

    RISPONDIAMO QUI

    Gentile Antonio, non per polemica, qui ora vogliamo SOLO pregare, ma…. è bene specificare come le sue parole tendono purtroppo a sminuire l’atto sacrilego…..

    Certo che il Signore Gesù continua a “lasciarsi” fare di tutto, ma non per questo ne è felice…. “Non si lascia rubare per salvare l’umanità”, ma piuttosto perchè GLI ELETTI REAGISCANO nella’Amore, nella sofferenza e nella carità, pregare per questi peccatori affinché si convertano, perché SOLO NELLA CONVERSIONE E NEL PENTIMENTO SCATTA LA VERA MISERICORDIA 😉
    Per Amore Egli vuole che noi rispondiamo a questo AMORE, le frasi della Scrittura che confermano questo sono nello specifico due, una è quello della NECESSITA’ dello scandalo, ma fulminando gli scandalizzatori se non si convertiranno; l’altra è dal Siracide:
    Davanti agli uomini stanno la vita e la morte;
    a ognuno sarà dato ciò che a lui piacerà.
    18Grande infatti è la sapienza del Signore,
    egli è onnipotente e vede tutto.
    19I suoi occhi su coloro che lo temono,
    egli conosce ogni azione degli uomini.
    20Egli non ha comandato a nessuno di essere empio
    e non ha dato a nessuno il permesso di peccare.
    (cap.15)

    Uniamoci nella preghiera
    lo Staff di “cronicas…”

    Mi piace

    1. Vi sbagliate. Non è utile ne serio che subito mi giudicate di aver sminuito l’accaduto. Probabilmente non mi sono spiegato bene: Non intendevo assolutamente sminuire l’atto sacrilego, che rimane sempre un atto ignobile e riprovevole, ma solo evidenziare che dove abbonda il peccato dell’uomo, tra cui questo scellerato e sacrilego gesto, sovrabbonda la Grazia, che ci aiuta a credere che il male non prevarrà sul Bene, cosi come l’odio sull’Amore, la morte sulla Vita. Di fronte ai ripetuti gesti sacrileghi di furto Ostie consacrate, invece di fare delle inutili puntualizzazioni, affrontiamo seriamente questo fenomeno che è frutto di un diffuso satanismo come denunciato più volte da tanti sacerdoti ed esorcisti. Forse è bene meditare su questa drammatica realtà ed agire di conseguenza. Grazie.

      __________________

      RISPONDIAMO QUI

      La ringraziamo per il chiarimento

      Non abbiamo giudicato LEI che neppure conosciamo, ma ciò che aveva scritto, ed è invece molto serio che l’abbiamo fatto, perché ha dato modo a lei di spiegarsi meglio. Grazie.

      Lo Staff di “cronicas….”

      Mi piace

  4. Vorrei segnalare ciò che farò e che fu insegnato da san Padre Pio a chi gli chiedeva cosa si dovesse fare quando accadeva che l’Ostia consacrata veniva rubata o atto di vandalismo sacrilego (all’epoca non c’era ancora la prassi della comunione alla mano, quindi per profanazioni si intendevano proprio i furti).
    San Padre Pio, così mi è stato insegnato da una persona che lo ha conosciuto e gli era figlio spirituale (io non l’ho conosciuto) diceva questo:
    quando si profana l’Eucaristia, si deve pensare come avessero fatto un “sequestro di persona”, e pensare alle terribili sofferenze che Gesù stesso comunque proverà nel sentirsi trattato malamente, con viltà, con irriverenza, da coloro che tanto ha amato e continua ad amare. Si deve pregare sempre, ogni giorno per le profanazioni, anche dei preti che celebrano male, ma in particolare per i “rapitori” dell’Ostia Santa che sono dei satanisti e che credono nella divina Presenza molto più di quanto dicano quelli che si credono cattolici.
    Poi bisogna subito iniziare una Novena a san Michele Arcangelo, Egli è anche il difensore dell’Eucaristia, lo si deve invocare sia per far pentire i rapitori, sia per far ritornare le Ostie intatte al luogo del rapimento.
    E poi invocare con insistenza alla Madre che piange a dirotto, quando il Divin Alimento è profanato.

    Ecco, ho iniziato la Novena da uando ho saputo della notizia. Che il Signore ci perdoni e san Padre Pio aiuti queste persone a convertirsi subito, prima che sia troppo tardi per loro.

    Mi piace

  5. Nelle nostre case abbiamo dovuto installare allarmi perché non fossero violate. Per la casa di Dio dovreste preoccuparVi molto di più. LUI è il bene più prezioso e non lo sorvegliate come fa un genitore con i figli, come fa una guardia con il presidente di stato. Forse dovreste stare più tempo davanti al tabernacolo e.meno in ufficio per la contabilità da presentare alla.curia. che il Signore ci sono santi sacerdoti che abbiano voglia di inginocchiarsi a pregare e confessare. Pregherò senza dubbio.

    Mi piace

  6. Sono molto angosciata, un offesa così a nostro Signore, è inconcepibile, prego da subito perché si ravvedano e le facciano ritrovare intatte! Signore, perdona Loro perché non SANNO QUELLO CHE FANNO..

    Mi piace

  7. Sarebbe preferibile che venissero consacrate le ostie secondo la necessità,senza riporre le pissidi piene. Le nostre chiese, sempre più vuote per lunghi lassi di tempo, favoriscono atti malvagi e sacrileghi. Che il Signore ci aiuti !

    ___________________________________

    RISPONDIAMO QUI

    Gentile Marinuccia,
    pur comprendendo le sue buone intenzioni, ciò che chiede non solo non è possibile, ma rischia di andare ad alimentare una vecchia eresia che voleva eliminare la PRESENZA REALE DAL TABERNACOLO … e sappiamo che non era questa la sua intenzione, ma è bene spiegare perché ciò che chiede non è possibile 😉

    Non è neppure il problema di Pissidi piene o mezze vuote, basta anche una sola Ostia Consacrata, due, o solo 5 o mezza particola, per dare effetto ad un atto sacrilego… quindi …

    Le Chiese SONO SEMPRE STATE VUOTE 😉 questa mania del vederle piene nasce con l’ultimo concilio… e per duemila anni non ha mai influenzato la questione della Presenza Divina nel Tabernacolo…. atti sacrileghi ci sono sempre stati, Gesù lo sapeva ma attende noi e la conversione….
    non bisogna cedere a ciò che vuole il demonio: togliere la Divina Presenza dal Tabernacolo…. 😦

    Lo Staff di “cronicas….”

    Mi piace

  8. Mi dispiace per chi a fatto questa stupidaggine pregherò per loro che Gesù liberi loro da chi li lega . Fanno pena a tutti i cristiani che conoscono la verita

    ________________

    RISPONDIAMO QUI

    Solo una piccola precisazione per lei Vincenzo: questi fatti non sono “stupidaggini” purtroppo sono dei veri atti sacrileghi, peccati mortali.
    Poi preghiamo certamente per questi poveri stolti che rischiano davvero l’inferno perché è evidente l’uso che faranno di queste Ostie Consacrate….

    Lo Staff di “cronicas…”

    Mi piace

  9. Se il mondo va male è perché la Chiesa di Gesù non evangelizza più. Colpa dei preti che non sono sufficientemente santi. Devono pregare – quindi celebrare la Messa soprattutto – e confessare.
    Gesù non ha bisogno di preti psicologi ne sociologi. Le opere di carità la Sua Chiesa le ha sempre fatte, ma come corollario della fede. Allora le nostre immense chiese saranno ancora strapiene come fino agli anni ’50 del secolo scorso.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...