5 pensieri riguardo “Chi salverà la Chiesa? Il clero l’ha devastata, i laici la salveranno

  1. “e quando accostarsi alla santa Eucarestia.” Quando il clero decide di sovvertire il rito dell’Eucarestia, neppure più quella sarà valida, allora non ci sarà più per nessuno.

    Il problema è capire chi dei laici si assumerà la responsabilità di portare avanti in gregge disperso, ora il problema è complesso ma non appena lo scisma sarà conclamato, allora ci vorrà veramente qualcuno con pugno di ferro che guiderà, non credo che sarà così semplice, viste le persecuzioni che verranno avanti.

    Mi piace

  2. Angoscianti queste riflessioni, ma rispecchiano purtroppo la realtà odierna. Che enorme responsabilità hanno i consacrati, a tutti i livelli, per la superficialità, la mancanza di fede, il tradimento dei loro voti, per la “cecità ” con cui accompagnano il gregge in direzioni lontane dall’unica porta del Cielo, che è Cristo!
    Ci aiuti Maria Santissima a restare aggrappati alla Verità e a testimoniarla con la nostra vita!

    Mi piace

  3. Non entro in merito all’analisi fatta sul clero. Sarebbe interessante ma il problema è complesso e non facilmente affrontabile in questa sede. In ogni caso l’articolo fa riferimento anche a tanti sacerdoti non infettati di modernismo ma che avrebbero la colpa di stare in silenzio. E’ vero, c’è molto silenzio ma anche molto disagio e sofferenza, ritengo, però, che il silenzio non sia frutto di vigliaccheria. Certo con il clima che si respira c’è un po’ di paura ma soprattutto c’è amore alla Chiesa. Questi preti stanno soffrendo, sperando che passi questo tempo oscuro della Chiesa, perché temono uno scisma. I laici facciano la loro parte ma insieme con i preti preghino perchè il Signore allontani da noi la sciagura di uno scisma.

    Mi piace

  4. A volte penso che sarebbe meglio uno scisma conclamato, almeno ci sarebbe chiarezza. Così non si capisce niente, questo stare insieme pur essendo in disaccordo mi sa tanto di ipocrisia. Sbaglio? Non capisco cosa trattenga, per es, i 4 cardinali dei dubia dal fare altri passi. Avranno certamente motivi che non comprendo, ma questo silenzio da entrambe le parti non risolve le spinose questioni che giustamente hanno sollevato.

    Mi piace

  5. Concordo in pieno. E io purtroppo non vedo questa grande sofferenza nei preti, piuttosto una indifferenza piuttosto comoda (almeno nelle varie parrocchie). Se ci fosse sofferenza ci percepirebbe anche il forte desiderio di cambiare rotta. Che invece non c’è, non c’è! Ricordiamoci che solo dopo aver toccato il fondo si può risalire da una situazione di stallo… So di non aver scoperto l’acqua caldo, ma tant’è.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...