I Lumbàrd al II Conclave. Quando è stato eletto Bergoglio?

MARCO TOSATTI

A un anno di distanza dall’elezione di Jorge Mario Bergoglio, incontrando alcuni protagonisti del Conclave, e, soprattutto dei mesi che l’hanno preceduto capita di raccogliere alcune tessere del mosaico di quel periodo straordinario. E che aiutano a ricostruire clima e avvenimenti. E appare che non pochi cardinali siano, a distanza di tempo, sempre più convinti che in realtà il porporato argentino sia entrato già papa, nella Cappella Sistina. E che il resto sia stato in larga parte scena, come – dicono – avviene in questi casi.

habemus papamUno dei tasselli importanti è stato, a quanto pare, una cena. Vi hanno partecipato, in Vaticano, nell’appartamento di un cardinale lombardo, diversi porporati di quella particolare zona geografica ed ecclesiale; e l’invito è stato esteso a un cardinale francese residente a Roma, di grande prestigio. I Lumbàrd si sono trovati d’accordo nell’escludere che il prossimo pontefice potesse essere italiano. In parte in risposta a qualche timido suggerimento avanzato nelle settimane precedenti. Qualcuno – non so chi – aveva lasciato cadere l’idea: forse meglio un italiano, dopo due stranieri, e poi quando il terzo Mondo avrà qualche cosa di speciale…

Invece i partecipanti alla cena si sono detti unanimi nel negare l’Ipotesi Italica. Soprattutto, pensiamo, anche se non sono stati fatti nomi, per evitare il pericolo Scola. Era il momento in cui l’arcivescovo di Milano sembrava avere serie possibilità di candidarsi. E in effetti, esaminando il quadro dei porporati italiani, solo Scola sembrava essere candidabile. Dalla cena l’idea si è sparsa, coinvolgendo quei cardinali che già nel 2005 si erano schierati contro l’ipotesi Benedetto, allargandosi all’area piemontese e andando a incrociare l’onda sudamericana messa in moto dal card. Claudio Hummes, e raccogliendo altri consensi, fra cui quello del cardinale Bertone.

Un altro tassello, minuscolo, ma significativo, è un’altra – anzi forse due – cene. Commensali Jorge Mario Bergoglio, Beniamino Stella (allora Rettore dell’Accademia, la scuola dei diplomatici, e ora Prefetto della Congregazione per il Clero) e il responsabile della Sezione spagnola della Segreteria di Stato, mons. Fernando Chica Arellano. Mons. Chica è anche Assistente dell’Accademia, è stato segretario del Nunzio Stella in Colombia. Una cena in cui il porporato argentino, futuro papa, è stato informato dei profili personali ed ecclesiali dei Prefetti e dei Segretari delle Congregazioni romane. Elementi utili da sapere, prima di entrare in Conclave.

© LA STAMPA (23/04/2014)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...